Deborah Compagnoni devastata dalla morte del fratello: "Dolore straziante, era speciale"

Deborah Compagnoni devastata dalla morte del fratello: “Dolore straziante, era speciale”

Daniela Vitello

Deborah Compagnoni devastata dalla morte del fratello: “Dolore straziante, era speciale”

| 17/12/2021
Deborah Compagnoni devastata dalla morte del fratello: “Dolore straziante, era speciale”

2' DI LETTURA

Jacopo Compagnoni è deceduto dopo essere stato travolto da una valanga

  • L’ex campionessa di sci, legatissima al fratello, rompe il silenzio
  • “Voglio ricordarlo con il suo sorriso quando abbracciava le sue bimbe”
  • Jacopo, guida alpina esperta, è stato tradito dalla neve che portava nel cuore

Jacopo Compagnoni, guida alpina esperta, fratello della campionessa di sci Deborah, è morto ieri dopo essere stato travolta da una valanga in Valfurla (Sondrio). La neve, che da sempre aveva nel cuore oltre che sotto gli sci, lo ha tradito. Illeso il collega che era con lui e che ha provato a salvargli la vita. Jacopo Compagnoni, 40 anni, lascia la compagna Francesca e due bimbe piccole.

Jacopo Compagnoni (Foto Facebook)

Deborah Compagnoni: “La sua anima resterà nelle sue montagne”

Devastata la sorella Deborah che affida all’Ansa tutto il suo dolore. “La perdita di un fratello è un dolore straziante, lo è ancora di più per un fratello speciale come era per me Jacopo – dichiara la l’ex pluricampionessa olimpica – Un papà e un marito meraviglioso. Voglio ricordarlo sempre con il suo sorriso quando rientrava soddisfatto a casa dalle sue escursioni estive o invernali, abbracciando forte le sue adorate bimbe. Sono sicura, la sua anima resterà nelle sue montagne ad aspettarmi ogni volta che sentirò la sua mancanza. Ringrazio tutti coloro che mi hanno scritto e sono vicini a me e alla mia famiglia”.

Alessandro Benetton: “Non posso che pensare ad una tragica fatalità”

“Conoscendo questa sua meticolosa prudenza non posso che pensare ad una tragica fatalità”, ha commentato Alessandro Benetton, ex marito di Deborah Compagnoni, a proposito del drammatico incidente che è costato la vita all’ex cognato.

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Jacopo Compagnoni (Foto Facebook)

Chi era Jacopo Compagnoni

Dopo essersi diplomato al liceo scientifico e aver conseguito la laurea, Jacopo – terzogenito della famiglia Compagnoni dopo Deborah e Yuri – aveva scelto di vivere facendo la guida alpina e talvolta anche il maestro di sci. Quando non era in montagna o su una pista innevata, era facile trovarlo al Baita Fiorita, l’hotel di famiglia a Valfurva, il comune in cui viveva e in cui ha trovato la morte.

” Da quando avevo 6 anni ho fatto quasi tutte le montagne qua”

“Sono Jacopo Compagnoni, faccio la guida alpina e il maestro di sci, vivo a Santa Caterina Valfurva, in alta Valtellina, e tutto l’anno accompagno i clienti sulle montagne, in questa zona e in tutte le Alpi…- diceva un po’ impacciato in un video pubblicato online – Sono sempre andato in montagna, mio nonno era guida alpina, mio papà anche, e da piccolino mi portava; quando c’era magari un posto libero mi chiedeva e andavo insieme. Da quando avevo 6 anni ho fatto quasi tutte le montagne qua, nel giro di 3 o 4 anni. Sicuramente ci vuole passione, poi visto da fuori sembra un lavoro bellissimo, e non è neanche un lavoro (…) siamo noi i responsabili di chi viene in montagna con noi”.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Pubblicato il 17/12/2021 13:47
Copyright © 2023

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965