"Barbie di plastica", "Truffatrice": Roberta Bruzzone denuncia ex amica per stalking

“Barbie di plastica”, “Truffatrice”: Roberta Bruzzone denuncia ex amica per stalking

Daniela Vitello

“Barbie di plastica”, “Truffatrice”: Roberta Bruzzone denuncia ex amica per stalking

| 17/12/2021
“Barbie di plastica”, “Truffatrice”:  Roberta Bruzzone denuncia ex amica per stalking

1' DI LETTURA

L’indagata, che è un avvocato penalista, rischia di finire sotto processo

  • Il pm ha firmato una richiesta di rinvio a giudizio
  • Le offese sulle pagine social di contatti in comune
  • Aperta una seconda inchiesta sull’avvocatessa

Roberta Bruzzone ha sporto denuncia nei confronti di un’ex amica rea di averla insultata pesantemente sui social. Maria Antonietta Labianca, questo il nome della donna, è un avvocato penalista e adesso rischia di finire sotto processo per stalking.

Carolyn Smith, Roberta Bruzzone e Eleonora Daniele (Foto Instagram)

Insulti e offese a Roberta Bruzzone su pagine social di contatti in comune

“Barbie di plastica”, “sguattera”, “truffatrice come Vanna Marchi”, “pseudocriminologa”, sono solo alcuni dei termini offensivi usati dalla Labianca per denigrare l’ex amica minando la sua credibilità professionale su pagine Facebook di contatti in comune.

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Roberta Bruzzone (Foto da video)

Il pm ha firmato una richiesta di rinvio a giudizio

A conclusione delle indagini, sulla base degli elementi raccolti, il pm Antonio Verdi della Procura di Roma ha ritenuto sussistere il reato di stalking. A causa di tali comportamenti, la nota esperta di cronaca nera si sarebbe ritrovata ad affrontare ansie e paure, sentimenti molti comuni nelle vittime di persecuzione. Maria Antonietta Labianca ha respinto ogni accusa ma il pm ha firmato una richiesta di rinvio a giudizio.

Roberta Bruzzone e Fabio Canino (Foto Instagram)

La seconda inchiesta

Ma non finisce qui. Perchè sull’avvocatessa sarebbe stata aperta un’altra inchiesta. L’indagata avrebbe utilizzato la sua professione per molestare la Bruzzone assistendo alcuni clienti denunciati dalla criminologa coinvolti in procedimenti in cui lei era stata ingaggiata dalla controparte.

In pratica, Roberta Bruzzone veniva chiamata a testimoniare in aula ma le domande a lei rivolte dall’avvocatessa Labianca, come scrive “Fanpage.it” “sarebbero state quasi tutte di natura personale e non relative al caso in questione”.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Pubblicato il 17/12/2021 10:27
Copyright © 2023

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965