Andrea Piazzolla rinuncia all'eredità di Gina Lollobrigida

Andrea Piazzolla rinuncia all’eredità di Gina Lollobrigida: “Non voglio nulla”

Germana Bevilacqua

Andrea Piazzolla rinuncia all’eredità di Gina Lollobrigida: “Non voglio nulla”

| 25/01/2023
Andrea Piazzolla rinuncia all’eredità di Gina Lollobrigida: “Non voglio nulla”

4' DI LETTURA

Andrea Piazzolla torna a parlare dell’eredità di Gina Lollobrigida e lo fa a poche ore dall’apertura del testamento della diva che lo vede beneficiario di metà dell’immensa fortuna. L’icona del cinema italiano scomparsa a 95 anni lo scorso 16 gennaio ha diviso il suo patrimonio (che ammonterebbe a circa 10 milioni di euro, ndr.) a metà tra il figlio Andrea Milko Skofic e l’ex assistente e factotum. Ma Piazzolla ha spiazzato tutti annunciando di avere intenzione di rinunciare ai soldi che Gina Lollobrigida gli ha lasciato in eredità. “L’unica cosa giusta da fare – ha dichiarato Piazzolla al “Corriere della Sera” – è che la parte patrimoniale deve essere messa a disposizione del trust (un fondo dedicato all’arte, ndr.). L’ho sempre detto dopo la sua scomparsa: se mai mi avesse lasciato qualcosa, l’avrei utilizzato per realizzare i suoi desideri. Ho avuto il piacere di starle vicino in questi ultimi dodici anni. Anzi: lei mi ha onorato di starle vicino. Ha pensato di fare un regalo a me e io voglio rifarlo a lei: senza di lei non ha più senso niente, ma desidero vedere realizzati i suoi desideri. Lo stesso chiedo al figlio”.

Gina Lollobrida e Andrea Piazzolla (Foto da video)

Andrea Piazzolla: “Lei desiderava non lasciare nulla al figlio”

Ospite a “La vita in diretta”, Andrea Piazzolla ha dichiarato: “Gina per me era tutto. La mia giornata, il mio tempo. Condividevo con lei gli amici, tutte le occasioni, Natale, Capodanno. 24 ore su 24, 365 giorni l’anno. Era una donna che andava oltre, non è un caso che sia riuscita a ottenere il successo in tutto quello che desiderava fare: pittura, scultura, fotografia, disegno, canto e cinema. Ha dell’incredibile questa donna”. E sul testamento ha aggiunto: “Gina ha provato qualche volta a tirare fuori il discorso parlando di quando non ci sarebbe più stata ma io ho sempre tagliato corto. Non sapevo che sarai stato il destinatario della metà del patrimonio”. “Non prenderò nemmeno un centesimo- ha ribadito – Lei desiderava non lasciare nulla al figlio, la sua volontà è nota. Mi rivolgo al figlio, gli chiedo di rispettare la volontà della madre e di mettere anche la sua metà per onorare quello che ha fatto la madre. Glielo chiedo pubblicamente”.
CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Gina Lollobrigida e Andrea Piazzolla (Foto da video)

“Gina ha sempre avuto un alto tenore di vita”

Piazzolla è sotto processo per circonvenzione di incapace dopo essere stato denunciato dal figlio dell’attrice: “Il mio stato d’animo è sereno – ha detto -. Io non ho mai preso nulla a sua insaputa dalla sua casa o dal suo patrimonio”. Tornando al processo ha spiegato: “Milko Skofic, Dimitri e Rigau hanno fatto questa denuncia nei miei confronti dicendo che ho allontanato tutti, isolato Gina, sfrattato il nipote e che sono sparite delle cose. Nel processo sembra sia stato dimostrato che lo sfratto fosse iniziato due anni prima che arrivassi io, che i rapporti tra Milko e la mamma non fossero buoni, e che la volontà di vendere determinate cose è venuta da Gina, non da me. Questo lo hanno detto i professionisti che si sono interessati alle vendite, non io. Dove sono finiti i soldi? Lo abbiamo spiegato anche in tribunale. Gina ha sempre avuto un alto tenore di vita, come una diva che vive nel suo splendore. Il reato di truffa si concretizza se c’è un ingiusto profitto patrimoniale”.

Gina Lollobrigida (Foto da video)

La Lollobrigida ha lasciato allo Stato la sua collezione di vasi etruschi

Il testamento di Gina Lollobrigida è stato redatto dalla diva il 5 gennaio 2017, alla presenza di due testimoni. L’attrice oltre al patrimonio da spartire tra il figlio e Piazzolla, ha consegnato all’esecutore testamentario e all’imprenditore Horacio Pagani un trust con le sue opere d’arte con le indicazioni “di far conoscere e valorizzare” la sua “attività artistica” attraverso “la promozione e l’organizzazione” di mostre delle sue opere nel mondo. Infine, ha lasciato allo Stato italiano la sua collezione di vasi etruschi, circa un centinaio. Andrea Piazzolla parla della diva come se fosse ancora viva: “Sono stato al suo funerale ma il fatto di non aver voluto assistere alla sua fine in clinica per me è stata un’autodifesa. Mi manca tanto, spero che qualcosa di magico possa accadere”. L’ex assistente ha chiamato sua figlia Gina. “Gina piccola ogni mattina e ogni sera andava a salutare la zia Gina. È una delle poche cose che mi sta dando forza” ha concluso.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Pubblicato il 25/01/2023 10:21
Copyright © 2023

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965