Raffaella Fico: "Ero incinta, Balotelli mi cacciò di casa e chiamò la polizia"

Raffaella Fico: “Ero incinta, Balotelli mi cacciò di casa e chiamò la polizia”

Daniela Vitello

Raffaella Fico: “Ero incinta, Balotelli mi cacciò di casa e chiamò la polizia”

| 21/09/2021
Raffaella Fico: “Ero incinta, Balotelli mi cacciò di casa e chiamò la polizia”

La gieffina racconta un episodio doloroso del suo passato

  • Lei e il calciatore avevano desiderato e cercato un figlio. Poi lei restò incinta e lui ci ripensò
  • Quella volta che Raffaella, in dolce attesa, volò a Londra e si vide sbattere la porta in faccia
  • “Ci sono voluti anni ma oggi l’ho perdonato. Lui mi ha chiesto scusa”

Ieri sera, durante la terza puntata del “Grande Fratello Vip”, Alfonso Signorini ha mostrato a Raffaella Fico le immagini della sua prima volta al “Grande Fratello”. Correva l’anno 2008 e da allora ne è passata di acqua sotto i ponti.

“Sono sempre un po’ bambina”

“Rispetto ad allora sono cambiata tantissimo – ammette la concorrente – Sono cresciuta anche se sono sempre un po’ bambina. Ho quel lato che non va mai via ed è anche una cosa bella. Però poi la vita ti porta a cambiare, ti mette di fronte a tante cose che ti fanno crescere, forse anche molto velocemente”.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

Raffaella Fico (Foto da video)

“Balotelli è l’uomo che ho amato di più in vita mia”

La conversazione si sposta inevitabilmente sulla travagliata storia d’amore con Mario Balotelli da cui Raffaella ha avuto la figlia Pia. La bambina è stata riconosciuta dal calciatore dopo una lunga battaglia legale. “Mario è stato l’amore totalizzante – confessa – Ho avuto altre storie dopo di lui ma non mi sono mai data come mi sono data con lui e non sono mai stata innamorata di queste persone come lo sono stata di lui. Che cosa mi ha fatto innamorare di lui? Dalle apparenze non sembra ma in realtà lui è un ragazzo molto profondo che sicuramente nel corso della sua vita ha avuto delle problematiche. Talvolta queste problematiche ti portano ad apparire per quello che non sei”.

Raffaella Fico (Foto da video)

“Non è stato un colpo di fulmine, mi ha corteggiata”

“Quando l’ho conosciuto ero piccolissima, avevo 21 anni – ricorda – Diciamo che non è stato subito un colpo di fulmine. Io a lui sono piaciuta tantissimo appena mi vide. Poi ha cominciato a corteggiarmi. Tu non lo diresti ma Mario mi ha corteggiata. Ci si sentiva al telefono, ci si vedeva insieme con gli amici e al primo appuntamento mi ha regalato anche delle rose rosse. Incredibile ma vero”.

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Raffaella Fico (Foto da video)

“Pia  è stata cercata e voluta, poi lui ci ha ripensato”

La gravidanza non è capitata per caso: “In realtà, non sono rimasta incinta. Insieme abbiamo cercato un figlio, lo volevamo. Di quei giorni non ho un bellissimo ricordo. Poi lui non voleva più, mi cacciò via di casa. Poi lo rivoleva, poi non lo voleva. Insomma, è stata una situazione abbastanza pesante. Io dico sempre che la nostra relazione è stata una relazione affollata e troppe persone ci hanno messo il becco”.

Il viaggio della speranza a Londra: “Mario chiamò la polizia”

Raffaella Fico torna indietro con la memoria al giorno in cui, incinta, è volata a Londra (all’epoca Balotelli giocava nel Manchester, ndr.) e ha bussato alla sua porta. Il suo viaggio della speranza si è concluso malissimo. “Lui era a casa con gli amici, il fratello, la mamma – confida – Non mi aprì e chiamò anche la polizia ed io fui costretta ad andar via con la polizia. Fu un giorno molto doloroso”.

GUARDA IL VIDEO

Raffaella Fico (Foto da video)

“Lui mi ha chiesto scusa e io l’ho perdonato”

“Oggi l’ho perdonato, i nostri rapporti sono sereni, distesi – conclude – Ci sono voluti un po’ di anni, poi io e lui ci siamo parlati, ci siamo chiariti e lui mi ha chiesto anche scusa. Mi ha detto ‘So il male che ti ho fatto, però all’epoca ero un ragazzo anch’io. Se fosse stato oggi, probabilmente le cose non sarebbero andate in quel modo’. Io oggi voglio bene a Mario come un fratello – conclude – abbiamo un rapporto bellissimo, se conosco una persona glielo racconto, lui lo racconta a me. Insomma, all’epoca, anch’io ero giovane e probabilmente abbiamo sbagliato entrambi”.

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823