II primo prete non binario: “Dio mi ha guidato verso la verità”

Parla il primo prete non binario: “Dio mi ha guidato verso la verità su di me”

Germana Bevilacqua

Parla il primo prete non binario: “Dio mi ha guidato verso la verità su di me”

| 03/01/2023
Parla il primo prete non binario: “Dio mi ha guidato verso la verità su di me”

2' DI LETTURA

Il primo prete non binario che si è dichiarato apertamente al mondo appartiene alla chiesa anglicana e si chiama Bingo Allison. Il sacerdote in un video dice che sta provando a dimostrare che non è necessario scegliere tra la propria identità di genere e la fede. L’uomo è stato ordinato nella Chiesa d’Inghilterra, ed è cresciuto in una famiglia “fortemente religiosa”. Nel suo racconto al “Liverpool Echo”, spiega di aver vissuto in un ambiente dove si credeva che essere gay fosse “peccaminoso”. Tutto è cambiato quando Allison è venuto a contatto con cristiani Lgbt+: “Non avevo preso il tempo di imparare dalle esperienze degli altri. Non volevo accettarmi e una parte di questa negazione si è manifestata nella negazione delle identità altrui”, ha dichiarato.

Bingo Allison (Foto da facebook)

“Non conoscevo persone trans, per me era un altro pianeta”

Nel corso della mia formazione di vicario, che ha una durata di sette anni – racconta ancora Allison –  ho incontrato per la prima volta il termine ‘queer’ che significa non identificarsi con il genere maschile o femminile, e a qual punto tutto è diventato più chiaro” e confessa “è stato molto più difficile di quanto pensassi, dopo aver fatto coming out con me stesso, rimanere nascosto. Ci sono stati sicuramente molti momenti in cui ho messo in dubbio la mia identità”.  Una realtà quella Lgbt+ con cui il sacerdote non era mai venuto a contatto in alcun modo. “Non conoscevo persone trans e credo di aver incontrato probabilmente due persone gay nella mia vita. Quindi per me era quasi un altro pianeta” spiega.

“È stata un’esperienza spirituale profonda”

Tutto è stato chiaro mentre scriveva un saggio su come Dio ha creato la terra. “Ho notato che il linguaggio originariamente usato dalla Bibbia in Genesi 1:27 usava la frase ‘dalla mascolinità alla femminilità’ in contrapposizione al binomio uomini e donne. Ero seduto lì nel cuore della notte quando ho capito che forse avrei dovuto mettere la mia vita sottosopra. È stata un’esperienza spirituale sempre più profonda, ho sentito che Dio mi stava guidando verso questa nuova verità su di me” racconta.

“Il coming out può essere un’esperienza spirituale”

Bingo Allison adesso ha un desiderio: riuscire a mostrare agli altri che è possibile essere fedeli e aperti alla propria identità di genere. “Una delle cose che ha accompagnato il mio ministero da allora è che la transizione e il coming out possono e devono essere un’esperienza spirituale, oltre che emotiva, sociale e talvolta fisica. C’è qualcosa di bello nel crescere in ciò che siamo stati creati per essere e nel crescere nella comprensione di chi siamo”, conclude il sacerdote.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Pubblicato il 03/01/2023 14:39
Copyright © 2023

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965