Matteo Messina Denaro vestito come Jerry Calà?

Matteo Messina Denaro vestito come Jerry Calà? Il suo montone è il tema più dibattuto sui social

Redazione

Matteo Messina Denaro vestito come Jerry Calà? Il suo montone è il tema più dibattuto sui social

| 17/01/2023
Matteo Messina Denaro vestito come Jerry Calà? Il suo montone è il tema più dibattuto sui social

2' DI LETTURA

L’arresto di Matteo Messina Denaro ha suscitato diverse reazioni sui social. Alcuni internauti, dopo aver esultato per la fine della sua latitanza durata 30 anni, si sono focalizzati sull’outfit con cui ieri mattina il boss malato di tumore si è presentato alla clinica La Maddalena di Palermo per sottoporsi ad una seduta di chemioterapia. Il super latitante indossava un cappotto di lusso, ovvero un montone firmato da Brunello Cucinelli da 10mila euro. Un look che, come fa notare Ottavio Cappellani su “MowMag”, rimanda direttamente agli anni ’80.

L’arresto di Matteo Messina Denaro (Foto da video)
Ezio Greggio, Jerry Calà, Massimo Boldi e Christian De Sica

“Lo stile è quello descritto nel film Yuppies”

“Sì, perché quello è lo stile ben descritto nel film Yuppies e che prima dell’arresto era tornato di moda – sottolinea lo scrittore catanese – Ecco perché oggi, forse, invece di leggere le analisi degli specialisti dell’orrore, dovremmo ricordarci l’unico che ci aveva capito meglio di tutti, il Dogui: carcere, Chivas, giubbotto di montone e sei in pole position! Il giubbotto chelsea imbottito di Brunello Cucinelli, del valore di 10mila euro, con il quale Matteo Messina Denaro è stato arrestato (…) è l’argomento al momento più dibattuto sui social, la giacca di montone, dico”.
CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

L’arresto di Matteo Messina Denaro (Foto da video)
Jerry Calà

“L’unico che ha capito tutto della nostra Italia è stato il Dogui”

“Matteo Messina Denaro vestito come Jerry Calà, come Ezio Greggio, come Christian De Sica, come il Dogui (il nostro amato cumenda) in ‘Vacanze di Natale’ – ma il cui stile è tornato in tendenza ben prima dell’arresto di MMD -, è un caso o rappresenta una visione del mondo nata negli anni Ottanta e della quale ancora portiamo gli strascichi dopo la pubblicazione della trattativa Stato-Mafia? – si chiede Cappellani – Ma non vi sa tutto di Chivas e Ballantines e pennette alla vodka e massoneria durante cene di Natale tra cristalleria e panbriosche? A me, che in quegli anni, in Sicilia, sono cresciuto, sì (…) Quel capo di abbigliamento e gli anni Ottanta: carcere, Chivas, giubbotto di montone e sei in pole position! Ecco perché, forse, l’unico che ha capito tutto della nostra Italia è stato il Dogui, il compianto Guido Nicheli”.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Pubblicato il 17/01/2023 18:29
Copyright © 2023

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965