Roberta Ragusa, il marito dal carcere: "Le voglio un bene dell'anima e le chiedo di tornare" - Perizona Magazine

Roberta Ragusa, il marito dal carcere: “Le voglio un bene dell’anima e le chiedo di tornare”

Daniela Vitello

Roberta Ragusa, il marito dal carcere: “Le voglio un bene dell’anima e le chiedo di tornare”

| 18/11/2020

Antonio Logli prende carta e penna e, dal carcere dove sta scontando una condanna in via definitiva a 20 anni […]

Antonio Logli prende carta e penna e, dal carcere dove sta scontando una condanna in via definitiva a 20 anni per l’omicidio della moglie Roberta Ragusa, scrive a Gian Pietro Fiore di “Giallo” e lancia un appello alla madre dei suoi figli.

Roberta Ragusa, 44 anni, sparì la notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012 a Gello di San Giuliano Terme, in provincia di Pisa. La donna gestiva col marito un’autoscuola adiacente alla casa di famiglia. Secondo gli inquirenti fu uccisa al culmine di un litigio. Il suo corpo non è mai stato ritrovato. Il movente sarebbe economico e sentimentale.

Roberta voleva separarsi dal marito che intratteneva una relazione extraconiugale da anni con la collaboratrice Sara Calzolaio. Nonostante la condanna, Logli continua a professarsi innocente e intende richiedere la revisione del processo.

“Caro Gian Pietro… Mi hanno dipinto come un mostro, e continuano a farlo – scrive Logli dal carcere di Massa – Ma non tengono conto che sono stato il primo e tutt’oggi sono il primo ad essere preoccupato per la sorte di Roberta. E‘ vero che ho una compagna ma ciò non toglie che a lei, Roberta, le voglio un bene dell’anima. Alessia e Daniele (i suoi figli, ndr.) hanno bisogno di lei. Anzi se ci potesse leggere o vedere il vostro giornale, le chiedo di tornare”.

CLICCA QUI E SEGUICI SU INSTAGRAM

LEGGI ANCHE: Roberta Ragusa, il marito Antonio Logli condannato a 20 anni vuole sposare l’amante

Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965