Mercedesz Henger: "Quando ero più in carne, mia madre mi chiamava cicciona" - Perizona Magazine

Mercedesz Henger: “Quando ero più in carne, mia madre mi chiamava cicciona”

Daniela Vitello

Mercedesz Henger: “Quando ero più in carne, mia madre mi chiamava cicciona”

| 22/10/2020

I rapporti tra Eva Henger e la figlia Mercedesz continuano ad essere tesi. Madre e figlia non si parlano più […]

I rapporti tra Eva Henger e la figlia Mercedesz continuano ad essere tesi. Madre e figlia non si parlano più per “colpa” di Lucas Peracchi, fidanzato di Mercedesz e di professione personal trainer. L’ex pornostar accusa il “genero” di aver manipolato e plagiato psicologicamente la figlia. Per tutta risposta, Mercedesz è andata a vivere con il fidanzato e si è allontanata dalla madre.

Eva Henger attacca la figlia sul fisico: “La trovavo molto più bella prima”

In un’intervista al settimanale “Nuovo”, Eva Henger ha attaccato la figlia per il fisico che negli ultimi anni è cambiato grazie ad alimentazione sana e allenamenti.

“Mi dispiace che si sia trasformata così, io la trovavo molto più bella prima – ha dichiarato l’ex pornostar – La sua nuova immagine non coincide col mio gusto, preferisco una maggiore femminilità. Se però lei si piace così, io sono contenta per lei. Conoscendola e sapendo che è un ragazza abbastanza fragile, spero solo che non l’abbia fatto per piacere a qualcun altro. I rapporti tra me e mia figlia Mercedesz Henger non sono certo migliorati, però non ho più voglia di polemizzare con lei. Oggi tra noi non c’è più alcun tipo di rapporto, ma per me va bene così. È arrivato il momento di dire basta, ritengo che ci sia un limite a tutto”.

Mercedesz: “Quando ero più in carne, mia madre mi chiamava cicciona”

La risposta di Mercedesz non si è fatta attendere. “Non la sento da mesi e mi sta bene così – ha fatto sapere in una serie di Instagram Stories – Mi spiace dirlo ma io sono molto più serena. Non la sento da mesi e lei continua a punzecchiarmi a distanza. Mi possono giudicare tutti, ma io non penso di aver esagerato con la palestra e di essere un uomo. Anzi, io vorrei essere ancora di più. Poi io mi amo così, a me piace il mio fisico”.

“Detto da una madre come lei… una mamma che, quando ero più in carne, mi assillava col fatto che fossi una cicciona – ha aggiunto – Quando avevo l’acne mi diceva che facevo schifo e mi ha fatto anche piangere. Le poche volte che mi faceva un complimento dubitavo della genuinità del complimento perché mi faceva solo insulti. Si domandasse come mai sono fragile e la smettesse di criticarmi. Le uniche note negative adesso sono le sue frasi contro di me. Io vado avanti per la mia strada e spero che lei la finisca e faccia lo stesso”.

CLICCA QUI E SEGUICI SU INSTAGRAM

Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965