Fabrizio Corona al “Maurizio Costanzo Show”: “La droga mi ha rovinato la vita”

Daniela Vitello

Fabrizio Corona al “Maurizio Costanzo Show”: “La droga mi ha rovinato la vita”

| 29/04/2016

Tra gli ospiti di punta del nuovo ciclo del “Maurizio Costanzo Show”, in onda a maggio su Rete4, c’è Fabrizio Corona. A pochi giorni dalla prima intervista concessa al settimanale “Chi” dopo la sua scarcerazione, l’ex re dei paparazzi si mostra in tv in un imperdibile “Uno contro tutti” dove lancia un messaggio ai giovani. 

“Ragazzi non drogatevi, io mi sono rovinato la vita – ha dichiarato – E’ normale assumere stupefacenti quando hai quei ritmi come i miei prima dell’arresto. Ammetterlo è stato difficilissimo. Ma poi capisci che se tiri fuori le debolezze, questo ti aiuta a riscattarsi. Ho avuto la fortuna di avere un assistente sociale che mi ha fatto diventare una persona migliore”.

Corona ha parlato del suo “percorso di riabilitazione e di cura terapeutica” che l’ha reso una persona diversa alla ricerca di un modo per ricostruirsi. “Ho imparato a difendermi da me stesso e a credere nelle istituzioni”, ha aggiunto parlando della tossicodipendenza.

“La responsabilità è assolutamente tutta mia. Io mi pento – ha proseguito – In quei sei mesi ho commesso tantissime cavolate ma di qui ad essere un criminale ce ne vuole”. In riferimento alla sua condanna, ha aggiunto: “Ho un residuo di pena di 5 anni, sono in affidamento e questo è avvenuto senza regalarmi niente, perché lo prevede la legge”.

Dopo 1231 giorni di silenzio e 3 anni e 3 mesi di carcere, l’ex “enfant terrible” ha spiegato i suoi propositi per il futuro: “Chi voglio essere? Voglio essere un semplice padre che riesce a dare il giusto amore al figlio”. Corona coglie l’occasione per ringraziare “il mio magistrato di sorveglianza di Milano”. “La sua limitazione è stata una tutela nei miei confronti perché non sarei stato pronto”, ha spiegato.

“Ho sbagliato, ora sono cambiato e ho un senso di responsabilità verso chi mi vuole bene – ha aggiunto  – Non penso affatto di essere stato un cattivo esempio per i giovani. La storia che hanno raccontato di me i media fanno di me un cattivo esempio. Ho un po’ perso la strada ma non sono così”.

“Ho ricattato le persone? L’unica condanna che ho preso è rapina a mano armata – ha concluso – Non sono cambiato”.

Google News
Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823