Gigi D'Alessio rischia 10 anni di reclusione: "Rapinò due fotografi" - Perizona Magazine

Gigi D’Alessio rischia 10 anni di reclusione: “Rapinò due fotografi”

Daniela Vitello

Gigi D’Alessio rischia 10 anni di reclusione: “Rapinò due fotografi”

| 11/04/2015

Come scrive il “Corriere della Sera”, Gigi D’Alessio è stato rinviato a giudizio con l’accusa di rapina e lesioni  (reato punibile con una pena fino a 10 anni di carcere) in riferimento ai fatti accaduti nel 2007. La sera dell’11 gennaio, il cantante partenopeo si avventò contro due fotografi piazzati davanti alla sua villa all’Olgiata strappando dalle loro mani i rullini con le foto appena scattate. Quindi, secondo la ricostruzione fatta dagli inquirenti,  li avrebbe picchiati con l’aiuto del suo braccio destro.  I fotoreporter finirono al pronto soccorso dell’ospedale San Pietro-Fatebenefratelli di via Cassia dove furono medicati e dimessi con prognosi rispettivamente di sette e cinque giorni.

Se la richiesta della procura venisse accolta si tratterebbe del terzo processo sulla vicenda. Alla fine del primo dibattimento. D’Alessio è stato condannato a nove mesi con l’accusa di lesioni aggravate dall’esercizio abusivo delle proprie ragioni, mentre per il suo guardaspalle la pena era stata stabilita in otto mesi. Il cantante era ricorso in appello e i giudici di secondo grado, anziché confermare o riformare la decisione di primo grado, avevano scelto di rinviare gli atti alla procura affinché riformulasse l’accusa di rapina. Ipotesi che ha trovato riscontro nelle nuove indagini. Nel frattempo, tuttavia, uno dei due fotografi ha rimesso la querela dopo aver ottenuto un risarcimento danni dal cantante.

Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965