"Viola come il mare" e Palermo "che ti invade con i suoi colori": ottimo esordio per Can Yaman

“Viola come il mare” e Palermo “che ti invade con i suoi colori”: ottimo esordio per Can Yaman

Daniela Vitello

“Viola come il mare” e Palermo “che ti invade con i suoi colori”: ottimo esordio per Can Yaman

| 01/10/2022
“Viola come il mare” e Palermo “che ti invade con i suoi colori”: ottimo esordio per Can Yaman

5' DI LETTURA

“Viola come il mare” parte a razzo. La fiction poliziesca prodotta da Lux Vide in collaborazione con Rti ha debuttato ieri sera su Canale 5 con il 20,4% di share (3,4 milioni di spettatori). E’ la prima volta da anni che l’esordio di una fiction Mediaset supera il 20%. Merito anche dei due protagonisti: l’attrice siciliana Francesca Chillemi e il divo turco Can Yaman che recita per la prima volta in italiano.

Can Yaman
Can Yaman e Francesca Chillemi

Ecco perchè Viola cerca disperatamente il padre

Nella serie girata tra Roma e Palermo, Francesca Chillemi è l’ex Miss Italia Viola Vitale. Tornata a Palermo da Parigi per ritrovare il padre mai conosciuto, Viola trova lavoro nella redazione di Sicilia WebNews come giornalista di cronaca nera. Durante la prima indagine incontra un affascinante Can Yaman, che interpreta l’ispettore capo Francesco Demir. I due iniziano un rapporto fatto di collaborazione e scontri, ma anche di un’evidente attrazione. Viola si rivela un’alleata preziosa per le attività investigative di Francesco Demir. La giornalista ha una dote particolare (la sinestesia, ndr.) che la porta ad associare i colori alle emozioni e a capire le persone al di là delle apparenze. Questa dote è legata alla malattia neurodegenerativa ed ereditaria di cui soffre la ragazza. “Forse se trovo mio padre, trovo anche una cura”, svela.

Giovanni Nasta e Can Yaman (Foto da video)
Francesca Chillemi

“Palermo è una città che ti invade con i suoi colori”

“Chissà di che colore sei tu papà – si chiede nella prima puntata – Io sono viola. Viola come i pensieri che diventano parole. Sono viola come il mare. Mia madre diceva sempre: ‘Viola, se ti impegni ce la farai anche senza un padre’. Aveva ragione. Mi sono laureata, ho trovato un lavoro, sono diventata adulta senza di lui. Ma i padri non servono solo a diventare adulti. I padri ti insegnano a sognare, soprattutto ti insegnano ad avere fiducia in te stessa e ad amare nel modo giusto. I padri ti insegnano a sperare e io spero tanto di trovarti presto. Perché senza un padre la vita è come un gigantesco salto nel vuoto”. Riuscirà Viola a ritrovare il genitore? Nel frattempo, la giornalista riscopre Palermo, “una città che ti invade con i suoi colori” e dove “ogni cosa è potente”.

Can Yaman e Francesca Chillemi (Foto da video)
Simona Cavallari (Foto da video)

Il direttore di Canale 5: “Prodotto eccellente”

All’indomani della prima puntata del light drama basato sul romanzo “Conosci l’estate?” di Simona Tanzini, il direttore di Canale 5 Giancarlo Scheri esulta. “Due giovani belli e di talento nello scenario mozzafiato di una Sicilia moderna e accattivante sono gli ingredienti della serie confezionata con la consueta maestria da Lux Vide e la brillante regia di Francesco Vicario – dice nel comunicato ufficiale diffuso da Mediaset – Un mix di romance, crime e drama che ha conquistato il pubblico di Canale 5 grazie ai volti di Francesca Chillemi e Can Yaman, protagonisti ideali di ‘Viola come il mare’. Un prodotto eccellente, perfetto per la prima serata dell’ammiraglia Mediaset per il quale ringrazio caldamente Matilde e Luca Bernabei, e i cast autoriali, produttivi e artistici della serie. Bravi!”.
CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Can Yaman
Francesca Chillemi e Can Yaman (Foto da video)

Social in tilt

Ecco alcuni commenti raccolti su Twitter durante la messa in onda della prima puntata di “Viola come il mare”: “Can Yaman si riconferma un prodigio. La sua recitazione rompe barriere e conquista molteplici dimensioni. Recita anche quando non tace ed è vivo sulla scena anche quando non c’è. Crea dipendenza nello spettatore e questo, signori, si chiama talento”, “Questi hanno risolto il caso nel tempo di uno starnuto quando a quest’ora Suor Angela starebbe al punto di frugare nella stanza di qualcuno e Don Matteo visitando il colpevole sbagliato prima di avere i suoi mitici flash rivelazione”, “Dite quello che vi pare ma Can è stato meraviglioso, recitare una serie in una lingua che non è la tua, essere credibile con termini anche tecnici che non si usano sempre per quanto tu abbia studiato non è facile”, “Queste scene random di lui che si allena, come ogni romcom turca che si rispetti, sono commossa, sto vivendo un sogno”, “Il modo in cui si guardano e si stuzzicano e siamo solo alla prima puntata”, “I mille colori di Palermo, il profumo del mare… e Viola”, “Buongiorno a tutti, ma a questo ragazzone qui un po’ di più… BELLO di una bellezza straripante e BRAVO è riuscito ad essere padrone della scena in una lingua che non è la sua!”.
LA PRIMA PUNTATA DI “VIOLA COME IL MARE” (VIDEO)

Can Yaman (Foto da video)
Can Yaman e Francesca Chillemi

“Can Yaman merita solo il meglio e ogni successo possibile”

Ed ancora: “Devo fare i complimenti a Can per l’ottimo lavoro che ha fatto con l’italiano. Avevo paura che la recitazione ne risentisse troppo e invece sono rimasta colpita. La sua “dedicazione” ha dato di nuovo i suoi frutti. Quindi sì Can, sei stato all’altezza”. “’Non capisco perchè non vuoi fare sess0 con me’ NEANCHE IO LO CAPISCO come si fa a rifiutarti ma che vuoi che ti dica”, “E’ tutto così surreale, tutto così stupendamente senza senso”. “Che bello vedere ‘Viola come il mare’ ma soprattutto la mia bellissima Palermo. Non sono siciliana ma la sento un po’ mia”, “Can ha fatto un lavoro incredibile. Sono molto, molto, orgogliosa di lui. Merita solo il meglio ed ogni successo possibile”, “Complimenti allo staff di ‘Viola come il mare’ e in particolare a Can Yaman e Francesca Chillemi. Ci avete tenuto compagnia regalandoci con la vostra bravura e simpatia momenti veramente emozionanti e siamo solo all’inizio”, “Dirò la mia: Non mi aspettavo che fosse così la serie ‘Viola come il mare’. E invece avevano ragione: leggera, ironica, emozionante e ‘pura’, se posso. Can Yaman mi ha sorpreso ancora di più, merita tanto! Francesca Chillemi ? Una protagonista grintosa e positiva. Bravissimi!!”, “Non sono state deluse le mie aspettative su questa nuova serie, questa nuova serie è un mix di novità, perché nella sua semplicità riesce a trasmettere emozioni a gogò. Can ha superato se stesso. Complimenti a tutti”.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Pubblicato il 01/10/2022 13:05
Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965