Vacchi in lacrime per la figlia nata con una malformazione: "Stavo per perdere i sensi"

Vacchi in lacrime per la figlia nata con una malformazione: “Stavo per perdere i sensi”

Daniela Vitello

Vacchi in lacrime per la figlia nata con una malformazione: “Stavo per perdere i sensi”

| 23/05/2022
Vacchi in lacrime per la figlia nata con una malformazione: “Stavo per perdere i sensi”

7' DI LETTURA

Mercoledì 25 maggio, su Prime Video, sbarca “Gianluca Vacchi: Mucho Más”, il documentario sull’imprenditore bolognese divenuto un fenomeno social grazie ai suoi video in grado di generare milioni di visualizzazioni. Il documentario mostra il volto privato di “Mr. Enjoy”. Ieri pomeriggio Vacchi è stato ospite di Mara Venier a “Domenica In”. L’intervista, molto intima, rilasciata alla padrona di casa ha permesso di conoscere il vero Gianluca Vacchi e i telespettatori sono rimasti piacevolmente colpiti. Dietro il personaggio “leggero” e scanzonato mostrato a uso e consumo dei social, si cela un uomo profondo e pieno di pieno di valori, totalmente innamorato della sua famiglia costruita in tarda età.

Il padre di Gianluca Vacchi (Foto da video)

“La gente non è stupida, legge l’anima”

“Non bisognerebbe mai giudicare, però è nella natura umana – ha esordito – Qualora anche lo si dovesse fare, mai dalle apparenze. Però quello che ho fatto vedere di me era ed è coerente con le piattaforme sulle quali io ho comunicato qualcosa di me. Sono delle piattaforme di svago e di intrattenimento. Ho quasi 47 milioni di follower. Come ho fatto a raggiungerli? Ho fatto me stesso. La gente non è stupida, legge l’anima. E’ vero che mostrare certi comportamenti può generare anche delle antipatie. Poi c’è sempre questa sottile linea tra l’invidia e l’identificazione. Ci ho messo la faccia e anche degli altri attributi”.

Gianluca Vacchi (Foto da video)

“Dal senso di caos che mi domina nascono cose belle”

“Io sono dominato da questo senso che ho definito di impazienza costruttiva che è una sorta di confusione interna o di senso di inappagamento perenne alla ricerca della miglior versione di me stesso – ha spiegato – Questo senso di caos però partorisce delle cose belle. Ho sempre fatto delle scelte coerenti, anche sul lavoro. Io sono tranquillo perché quando sei coerente puoi fare quello che vuoi. Rispetti il prossimo, sei coerente e fai quello che credi”.

Mara Venier (Foto da video)

“Ho moltiplicato il patrimonio della mia famiglia 100 volte”

La conversazione si è poi spostata sul padre che non c’è più: “Ho moltiplicato il patrimonio della mia famiglia forse 100 volte, ma è un paragone che non mi piacerebbe, perché farei apparire mio padre inferiore a me. Ma mio padre aveva semplicemente altre priorità, che io oggi capisco, la famiglia su tutto. Papà era un uomo generoso, lui ha saputo dirmi di no sempre e questo è il gesto di massima generosità che un genitore può fare nei confronti di un figlio. Spero di essere in grado di dire no a mia figlia anche se mi si stringe il cuore. Veniva da un retaggio culturale dove le persone dovevano studiare e se non avevano studiato avevano qualcosa in meno”.

La madre di Gianluca Vacchi (Foto da video)

“Sul mio corpo ho tatuato tutta la mia vita”

“Pretendeva da me quello che non aveva avuto lui, cioè che studiassi – ha confidato – Poi è stato molto coerente. Mi ha sempre detto: ‘Laureati e poi fai quello che vuoi’. E così è stato. Si è messo completamente da parte. Papà si chiamava Giorgio, ce l’ho tatuato qua. Sul mio corpo ho tatuata tutta la mia vita. C’è mia nonna, c’è mia zia, c’è mio padre, ci sono lettere di mia madre, di mio padre. Non ho tatuaggi estetici, il primo l’ho fatto a 33 anni. Non riesco a guardare una foto di mio padre senza commuovermi, sono certo che lui sarebbe fiero di me”.

Gianluca Vacchi e Sharon Fonseca (Foto da video)

“Mia madre ha sopportato cose terribili nella sua vita”

“Mia madre è stata ed è un esempio incredibile – ha confessato – E’ una donna di un’altra dimensione, ha sopportato delle cose terribili nella sua vita. Nel giro di un anno e mezzo ha perso sua madre, suo marito e le è venuto un cancro che le ha provocato l’amputazione di una gamba. Ha attraversato tutto ciò senza mai farlo pesare a nessuno, sempre sorridendo, sempre cercando di non causare disturbo o dolore ai suoi affetti. Negli anni a venire ha vinto un altro cancro al duodeno e adesso, probabilmente, a quest’ora starà camminando con il suo macchinino elettrico inseguendo sua nipote che ha atteso per decine di anni”.

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Gianluca Vacchi e Sharon Fonseca con la figlia Blu Jerusalema (Foto da video)

“Mi sono innamorato di Sharon come si deve innamorare un uomo”

Vacchi è tornato indietro con la memoria all’incontro che ha cambiato la sua vita, quella con la compagna Sharon Fonseca da cui nel 2020 ha avuto la figlia Blu Jerusalema. “Io ho avuto la prima figlia in un’età da nonno, quindi sono un semi-nonno per mia figlia”, ha ironizzato. L’imprenditore ha conosciuto la modella venezuelana sul set di un videoclip. “E’ nato tutto da un’attrazione estetica – ha raccontato – Sono rimasto folgorato da lei. Un colpo di fulmine! Sono rimasto completamente ipnotizzato. Mi sono innamorato come si deve innamorare un uomo, sempre di più. Fino a quel momento, la vita aveva messo sul mio cammino delle passioni”.

Gianluca Vacchi (Foto da video)

“La mia compagna ha dato un grandissimo senso alla mia vita”

“Sharon mi ha insegnato che cos’è l’amore – ha aggiunto – E’ un mix tra la passione, l’affetto, la comprensione, il dialogo. E’ un mix straordinario di chimica, di sentimento, di anima. Fare un figlio è un’esperienza divina che ti illumina e ti apre sul senso della vita. Però se sbagli la persona, perché qualcosa ti porta inavvertitamente a sbagliare, può diventare un viaggio difficile sia per lui che per lei. Con Sharon non ho avuto nessuna paura. Sharon non mi ha solo insegnato ad amare una donna ma mi ha insegnato anche ad amare di più la vita. Ha dato un grandissimo senso alla mia vita”.

Sharon Fonseca (Foto da video)

“Io ero un pianoforte, le mi ha suonato divinamente”

“Hai spiazzato tutti, hai spiazzato pure me ed è difficile. Mi hai conquistato con la tua sensibilità. Non me l’aspettavo”, ha commentato Mara Venier prima di collegarsi con Sharon Fonseca che ha speso parole d’amore nei confronti del compagno. “Io non ho paura di commuovermi – ha detto l’imprenditore – Credo che sia una manifestazione di forza enorme il non dover occultare un momento di commozione perché è una delle sensazioni più profonde che l’anima può sentire. Sharon mi commuove continuamente. Basta che la guardo. Ha capito esattamente da che lato doveva prendermi, come doveva farli, con che tempi, con che ritmo. Io ero un pianoforte, lei mi ha suonato divinamente”.

Gianluca Vacchi (Foto da video)

“A mia figlia hanno dato 25 punti nel palato”

Blu Jerusalema è nata con una malformazione al palato corretta attraverso un’operazione a cui è stata sottoposta all’ospedale di Parma. “Chiaramente ci sono cose molto più gravi, questa era una cosa risolvibile – ha precisato – Ma un problema di un bambino non è mai un problema di routine. Non è un intervento a rischio solo per le mani straordinarie di qualche chirurgo. A Blu Jerusalema hanno dato 25 punti nel palato in una bocca che è grande forse come due monete. Hanno dovuto ricostruire con frammenti ossei. In Italia abbiamo delle grandissime eccellenze. Quando mi hanno detto della malformazione, stavo per perdere i sensi”.

Gianluca Vacchi (Foto da video)

“Questo documentario l’ho fatto per Blu”

“Perché ho voluto fare questo documentario sulla mia vita? Ci sono due motivi – ha concluso – Uno è che quando tu arrivi ad avere una popolarità come quella che ho avuto la fortuna di accumulare io, è corretto che la gente che ti segue con tanta simpatia affettuosa conosca di te anche i lati che tu non hai avuto occasione di mostrare perché il tipo di comunicazione che si deve fare sui social network è una comunicazione di intrattenimento. E poi, e questa è la ragione principale, volevo mia figlia avesse una testimonianza oggettiva di quello che è stato veramente il mio percorso. Prima non lo avrei fatto. Nessuno può dire di me delle cose diverse, perché alla fine ci sono i fatti”.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Pubblicato il 23/05/2022 11:22
Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965