Tina Cipollari in lacrime: "Vendevo mimose e cicoria ai semafori"

Tina Cipollari in lacrime: “Vendevo mimose e cicoria ai semafori”

Daniela Vitello

Tina Cipollari in lacrime: “Vendevo mimose e cicoria ai semafori”

| 25/10/2022
Tina Cipollari in lacrime: “Vendevo mimose e cicoria ai semafori”

5' DI LETTURA

Tina Cipollari oltre lo schermo.  Maria Concetta, questo il suo nome all’anagrafe, è nata per essere Tina, la vamp del piccolo schermo diventata popolare grazie a “Uomini e Donne”. L’opinionista del dating show di Canale 5 presenta a “Verissimo” il suo quarto libro dal titolo “Piume di struzzo – Storia di una donna”.

“Ho fatto tanta fatica a raccontarmi”

“Diciamo che il mio pubblico conosce soltanto una parte della mia vita, da quando ho fatto il mio primo esordio in televisione – esordisce – Nessuno in realtà conosce la mia storia da quando ero bambina. Non ho mai parlato di me. Non mi sono mai raccontata di ciò che avevo vissuto, di quella che è stata la mia vita prima di essere conosciuta. Da lì è partito tutto. Ho deciso di raccontarmi e devo dire che ho fatto tanta fatica. C’è questo tuffo nel passato che mi ha resa nuovamente fragile e mi ha fatto ricordare delle cose che probabilmente avevo cercato tutta la vita, non di dimenticare perché non si dimentica nulla, ma di accantonare. Devo dire che oggi grazie alla bambina che ero, sono la donna che sono”.

Silvia Toffanin (Foto Facebook)

L’infanzia e le umili origini

“Sono nata in una famiglia modesta – racconta a Silvia Toffanin – I miei genitori erano due contadini, lavoravano tutto il giorno nei campi, non avevano molto tempo da dedicare ai figli. Mio padre si alzava alle tre del mattino, una vita molto faticosa e dura. Mia madre è stata una donna fortissima con tante energie, riusciva a occuparsi di quattro figli e andare anche a lavorare. Anche lei svolgeva questa attività, era una donna che non riusciva mai a essere felice, a essere contenta. Vedevo la sera quando rientrava questa donna stanca, con tanta voglia di fare, ma che purtroppo le sue energie erano state esaurite e quindi non mi aspettavo nulla da lei. Sapevo che non poteva dare più di quello che stava dando”.

“Ricordare questi momenti mi fa male”

Tina Cipollari si commuove e scoppia in lacrime: “Scusa Silvia, ma ricordare questi momenti mi fa male. Non volevo che questo accadesse perché ho sempre cercato di mascherare tanti dolori, tante cose proprio attraverso le risate. Ho questo modo di fare con il sorriso ma che nasconde in realtà tanti dolori, tante angosce”.

Tina Cipollari (Foto da video)

“Fortunatamente ho perso i miei genitori quando erano già molto grandi”

“La mia vita era fatta di complessi – confessa Tina – Vivevo il fatto di vivere in campagna come se fosse una cosa da povera gente, da gente disastrata, emarginata. Capitava che quando si parlava di contadini, questi venissero considerati un po’ una specie a parte, gente che non conta nulla, solo dedita al lavoro e basta. Papà Nando era un uomo bellissimo. Di fronte a queste cose divento fragile. Fortunatamente ho perso i miei genitori quando erano già molto grandi, quindi li ho vissuti per tanto tempo, però questi ricordi mi fanno male, mi fanno tornare indietro nel tempo. Mi fanno rivivere tante cose, tante belle emozioni ma anche tanti drammi”.

“I miei erano molto orgogliosi, anche se non l’hanno mai dato a vedere”

“I miei genitori mi hanno vista nel mio percorso televisivo – confida – mia madre parlava poco di questo, anche mio padre, ma so che erano molto orgogliosi, anche se non l’hanno mai dato a vedere perché noi siamo stati sempre così in famiglia. Ci apprezzavamo, però mia madre e mio padre avevano quasi timore di esporsi, di farci i complimenti. Sapevo che in cuor loro mi apprezzavano e hanno in qualche modo apprezzato tutto quello che ho fatto nella mia vita anche per loro”.

Tina Cipollari con l’ex marito Kikò Nalli (Foto da video)

“Mia madre mi diceva sempre che dovevo rendermi indipendente”

Tina Cipollari ha fatto tantissimi lavoretti per diventare indipendente. “Volevo aiutare mia madre – spiega – perché capivo che faceva dei grossi sacrifici per andare avanti, poi anche per rendermi indipendente. Avevo il desiderio di comprarmi delle cose, sai quando diventi adolescente hai il desiderio di comprarti un rossetto, un ombretto, un jeans. Tante cose che mia madre non poteva permettersi. Allora mi inventavo delle cose come andare a fare la cicoria. Vendevo la mimosa quando era il periodo della fioritura, avevamo un albero a casa. Poi altri lavori come la rappresentante, la babysitter. Sono cresciuta un po’ in fretta, questa situazione mi portava ad aiutarmi come potevo. Mia madre mi diceva sempre che dovevo rendermi indipendente, che non dovevo dipendere mai nessuno”.

Tina Cipollari (Foto da video)

“Il mio unico grande amore si chiamava Antonio, è morto tanti anni fa”

L’opinionista di “Uomini e Donne” ricorda Antonio:  “E’ stato credo il mio unico grande amore, il mio principe azzurro che in parte mi ha fatto vivere quei sogni che io ho sempre fatto. E’ stata una storia davvero bella che poi è finita male, che però ha segnato la mia vita. Ero molto innamorata, sognavo un figlio con lui. Un uomo che mi ha insegnato proprio a vivere, mi ha dato tanto, mi ha arricchito interiormente. Ha fatto sparire le mie insicurezze, le paure, le incertezze, tante cose. E’ stato veramente un incontro che ha cambiato la mia vita in meglio. Lui è morto tanti anni fa. Dopo la fine di questa storia mi sono trovata da sola ma ormai ci sono abituata, la solitudine fa parte della mia vita. Quelle sofferenze mi hanno aiutata ad apprezzare le piccole cose, ad essere felice poi in un futuro e questo per me è stato molto importante e lo è tuttora. La fede mi ha aiutato tantissimo. Non avendo un grande dialogo con i miei genitori né con il resto della famiglia, spesso parlavo con Dio”.

Tina Cipollari e Gianni Sperti (Foto Instagram)

“Sono arrivata a ‘Uomini e Donne’ grazie a mia sorella”

Infine, Tina Cipollari svela com’è approdata a “Uomini e Donne”: “Arrivo nello studio grazie a mia sorella. Lei guardava il programma, andava in onda da poco, lei era molto appassionata, me ne parlò e mi disse: ‘Sai c’è questo programma con questo signore seduto su questo trono che offre questo anello alla donna che riuscirà a stupirlo’. Ancora non avevo capito il meccanismo, mi disse ‘perché non telefoni?”. Io chiamai, parlai con una signora, quando ha realizzato che era fattibile si rifiutò di andare a fare il provino. Mi presentai io e tutto iniziò da lì”.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Pubblicato il 25/10/2022 11:41
Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965