Teresa Mannino: "Ecco cosa ho rischiato per vedere il mio amante"

Teresa Mannino: “Ho rischiato di perdere la parte in un film per vedere il mio amante”

Daniela Vitello

Teresa Mannino: “Ho rischiato di perdere la parte in un film per vedere il mio amante”

| 08/01/2023
Teresa Mannino: “Ho rischiato di perdere la parte in un film per vedere il mio amante”

4' DI LETTURA

Teresa Mannino si confessa a cuore in un’intervista rilasciata a Elvira Serra per il “Corriere della Sera”. La comica palermitana inizia parlando della sua infanzia e si dipinge come una bambina “perfida”. “Ero cattiva – argomenta – E molto determinata: sapevo quello che volevo. Però facevo ridere con le imitazioni degli altri: dello zio antipatico, del vicino di casa, dei professori. Avevo sempre la battuta pronta per stroncare qualcuno”.

Teresa Mannino (Foto Instagram)

La sua famiglia d’origine e la figlia Giuditta

Mamma di una ragazza di 13 anni di nome Giuditta, Teresa Mannino parla dei suoi genitori: “Da mia madre ho preso il modo di raccontare e l’amore per gli animali. Da mio padre la battuta di spirito e la capacità del silenzio: sapeva ascoltare gli altri”. La comica ha un fratello e una sorella. Il primo, più grande di lei di tre anni, “si chiama Vincenzo, come tutti i maschi della mia famiglia”. “Mia sorella invece ne ha sette di più – svela – lei si chiama Rosalia, assomiglia alla santa, come lei è bellissima, ha i capelli lunghi, biondi e lisci”.
CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Teresa Mannino (Foto Instagram)

“Per un periodo, ho fatto l’apprendista-elettricista”

Da piccola, Teresa Mannino non immaginava di certo di fare il mestiere della comica. “Sapevo che non volevo fare il medico come mio padre – svela – a quello ci hanno pensato mio fratello e mia sorella. Io desideravo avere figli”. Per un po’ ha fatto anche “l’apprendista-elettricista”. “Era un lavoro part-time, quando mi ero già trasferita a Milano – ricorda – Ne conoscevo uno che aveva bisogno di un assistente: si trattava solo di andare a prendere le balle del filo, cose semplici. Ho sempre avuto buona manualità, grazie a mia madre, che tra le altre cose ha fatto la ceramista. Comunque è durata poco: nei cantieri la voce se ne andava subito, i muratori neanche mi rivolgevano la parola perché ero una donna, e nemmeno architetto”. Poi ha curato il sito web di un chirurgo plastico: “Dovevo incrementare il numero dei pazienti, ma quando scrivevano li dissuadevo. Però ho selezionato io la segretaria: bravissima”.

Teresa Mannino (Foto Instagram)

Zelig e il Mago Forest: “Abbiamo entrambi origini madonite”

La svolta è arrivata quando “ho assaporato la risata, ho capito che era casa mia”. Casa sua, per diverso tempo, è stato “Zelig”: “Ho passato tanti anni a divertirmi come una matta”. Teresa Mannino ha presentato anche dieci puntate con il Mago Forest: “Con lui ho un rapporto speciale. Siamo molto siciliani, sì, ma atipici e diversi. Abbiamo entrambi origini madonite, ma non è quello a unirci. Lui è una persona generosa, attenta agli altri. Mi ha fatto passare dieci settimane a ridere. Lo stimo molto professionalmente”.

Teresa Mannino a ‘Zelig’ (Foto Instagram)

Durante il lockdown si è trasferita a Palermo

La comica siciliana parla dei suoi desideri: “Ne ho tanti, a partire dallo scoprire cosa fa ridere il mio pubblico di quello che ho scritto. Poi desidero riuscire a lavorare in Sicilia, ma non con uno spettacolo o con le tappe di una tournée. Vorrei proprio fare delle cose in Sicilia, con le siciliane. E poi desidero sempre vedere il mare”. Teresa Mannino ha casa a Milano ma per il lockdown si è trasferita a Palermo: “Adesso mia figlia sta per finire le scuole medie, poi vediamo cosa decide di fare. Io torno spesso a Milano. La cosa che amo di più di Milano sono i milanesi, il loro rigore, la professionalità, lo spirito operoso in cui mi identifico”.

Teresa Mannino (Foto Instagram)

Le follie per amore: “Prima le devo dire a mia figlia”

“Gli applausi più belli? Quelli a Palermo o a Milano, perché sono le mie città – sentenzia – Ma quando mi capita all’estero, lì capisco che c’è qualcosa in più, oltre al complimento: c’è un senso di appartenenza, un legame con la patria. Del resto, questa cosa di tornare nella Terra Madre un significato ce l’ha. Se hai un problema di salute dicono che dovresti mangiare un po’ della terra dove sei nato. Comunque, all’estero gli applausi li senti diversi, hanno un altro significato”. Le follie, si scopre, Teresa Mannino le ha fatte “solo per amore”. “Ma non le racconterò mai – precisa – Prima le devo dire a mia figlia. Già amare è una follia…Una volta ho rischiato di perdere un film per essere arrivata tardi alla prova costume, per un appuntamento con un amante. Ma lì non ragioni…”.

Teresa Mannino (Foto da video)

Il compagno conosciuto sul set del docufilm su Camilleri

Nel corso della sua vita, la comica palermitana ha incontrato personaggi del calibro di George Clooney e Michael Bublé. “Ma l’unico che mi ha emozionato davvero è stato Andrea Camilleri – fa sapere – la cultura e il sapere mi mettono sempre un po’ di emozione e soggezione”. Sul set del docufilm su Camilleri, “Il maestro senza regole”, Teresa Mannino ha incontrato il suo attuale compagno, un produttore cinematografico di nome Paolo. “Quando mi sono innamorata di Paolo mi sono confidata con lui – confessa – Si era creato un rapporto molto forte, così gliel’ho detto, facendogli capire che sarebbe stato un casino. E lui mi rispose (e qui Teresa Mannino imita la parlata di Camilleri, ndr.): ‘Non problematizzare’. Da allora è diventato il nostro mantra”.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Pubblicato il 08/01/2023 14:11
Copyright © 2023

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965