Mihajlovic esonerato dal Bologna. Il presidente: "La decisione più difficile che abbia mai preso"

Mihajlovic esonerato dal Bologna. Il presidente: “La decisione più difficile che abbia mai preso”

Daniela Vitello

Mihajlovic esonerato dal Bologna. Il presidente: “La decisione più difficile che abbia mai preso”

| 07/09/2022
Mihajlovic esonerato dal Bologna. Il presidente: “La decisione più difficile che abbia mai preso”

4' DI LETTURA

Sinisa Mihajlovic non è più l’allenatore del Bologna. La favola tra il tecnico serbo e il club rossoblu si è conclusa senza lieto fine. Dopo un inizio di stagione reputato deludente dai vertici della squadra, l’annuncio choc che alcuni addetti ai lavori, commentatori sportivi e amanti del calcio (secondo i quali la situazione non era così preoccupante, ndr.) fanno fatica a comprendere. Al momento, il Bologna è 16ª in classifica con tre punti. Nell’attesa di trovare un sostituto, la squadra sarà guidata dal tecnico della Primavera Vigiani.

Arianna Rapaccioni e Sinisa Mihajlovic (Foto Instagram)

La battaglia di Mihajlovic contro la leucemia

Sinisa Mihajlovic aveva preso in mano le redini della squadra il 28 gennaio 2019. La sua avventura è stata purtroppo contrassegnata dalla lotta contro la leucemia che si è presentata nell’estate del 2019 e la scorsa primavera. Parallelamente ai match disputati sul campo, il tecnico serbo ha combattuto anche la sua partita per la vita.
CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Sinisa Mihajlovic (Foto Instagram)

Il comunicato del Bologna Fc

“Si interrompe oggi il rapporto professionale tra il Bologna Fc 1909 e Sinisa Mihajlovic. Una decisione che purtroppo si è resa inevitabile, nonostante il forte legame affettivo che si è creato con la società e tutta la città in questi tre anni e mezzo emozionanti e drammatici. Sfortunatamente anche i cicli tecnici che hanno dato soddisfazioni sportive, come questo, possono esaurirsi e perdere la spinta iniziale. A Sinisa e al suo staff va un ringraziamento speciale per aver affrontato il lavoro, in condizioni straordinarie e delicatissime dal punto di vista umano, con eccezionale dedizione e professionalità”.

Arianna Rapaccioni e Sinisa Mihajlovic (Foto Instagram)

Il presidente Saputo: “Decisione sofferta ma inevitabile”

“É stata la decisione più difficile che ho preso da quando sono presidente del Bologna – dichiara Joey Saputo – In questi anni abbiamo vissuto insieme a Sinisa momenti bellissimi e dolorosi che hanno cementato un rapporto non solo professionale ma soprattutto umano. Mihajlovic ha affrontato con coraggio e determinazione la malattia fin dal giorno in cui volle rendere pubblico, in una commossa conferenza stampa, il suo stato di salute. Da allora, nonostante i ricoveri in ospedale e i pesanti effetti delle cure a cui è stato sottoposto, è sempre rimasto vicino alla squadra, sforzandosi al massimo di essere in contatto con i giocatori, di persona o in collegamento, grazie anche alla professionalità del suo staff.

Sinisa Mihajlovic e Silvia Toffanin (Foto da video)

Il club e la città intera si sono stretti intorno all’allenatore in questa difficile esperienza personale, nonostante Mihajlovic abbia sempre preteso giustamente di essere valutato solo per il suo lavoro. Ora, purtroppo, è arrivato il momento di un cambio di guida tecnica: una decisione sofferta che abbiamo dovuto prendere per il bene della squadra e del club. Ma se anche Sinisa Mihajlovic da oggi non sarà più l’allenatore del Bologna, questa società e tutte le persone che la compongono saranno sempre al suo fianco fino alla sua completa e totale guarigione e nel prosieguo della sua carriera”.

Sinisa Mihajlovic (Foto Instagram)

L’ad: “L’esempio di Sinisa resterà nella storia del nostro club”

“Il rapporto che abbiamo tutti noi con Sinisa Mihajlovic va molto al di là dell’aspetto professionale – aggiunge l’amministratore delegato Claudio Fenucci – ed è normale che oggi siamo tutti dispiaciuti per un epilogo che abbiamo cercato per quanto possibile di evitare. A Sinisa mi legheranno sempre un’amicizia e un affetto che vanno oltre i rispettivi ruoli professionali, ma oggi ci troviamo a dover fare questa scelta dolorosa per il bene di una squadra che è prima di tutto patrimonio dell’intera città e dei tifosi. A Sinisa dico grazie per l’impegno che ha profuso nel suo lavoro, anche in condizioni di difficoltà personale. Il suo è un esempio che resta nella storia del nostro club”.

Sinisa Mihajlovic con la figlia Viktorija (Foto Instagram)

L’ira di Viktorija Mihajlovic contro i tifosi che avevano insultato il padre

Nei giorni scorsi Viktorija Mihajlovic, figlia di Sinisa, aveva tuonato via Instagram contro i tifosi che avevano insultato il padre per i risultati della squadra attaccandolo anche sul piano personale.

“Non scrivo mai queste cose sui social, non ho mai perso tempo con persone che si nascondono dietro ad una tastiera per sfogare tutta la loro frustrazione – aveva sbottato Viktorija -Ma credo che quando il limite viene raggiunto ed addirittura oltrepassato qualcosa vada detto. Non trovo giusto mischiare il lavoro alla vita privata. Volete insultare mio padre dal punto di vista lavorativo? Siete liberissimi di farlo, ci mancherebbe, ma quando poi si tratta di famiglia, di salute e di tante altre cose vergognose che ho letto, no, non lo accetto più. Quello che scrivete è raccapricciante. Ricordatevi che stiamo parlando di un uomo, di un padre, ricordatevi che ci sono di mezzo dei ragazzi che potrebbero leggere quello che scrivete e rimanerne colpiti ed io mi vergogno per voi”.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Pubblicato il 07/09/2022 16:25
Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965