Giovanni Minoli: "Sia a me che a mia moglie è capitato di innamorarci di altre persone"

Giovanni Minoli: “Sia a me che a mia moglie è capitato di innamorarci di altre persone”

Daniela Vitello

Giovanni Minoli: “Sia a me che a mia moglie è capitato di innamorarci di altre persone”

| 27/07/2022
Giovanni Minoli: “Sia a me che a mia moglie è capitato di innamorarci di altre persone”

5' DI LETTURA

Giovanni Minoli, 77 anni, svela in un’intervista al “Corriere della Sera” i retroscena del suo rapporto con la moglie Matilde Bernabei da cui ha avuto la figlia Giulia. Il creatore di “Mixer” e la presidente di Lux Vide sono sposati da 48 anni, sono nonni di tre nipoti e oggi vivono in case separate. “Quando nostra figlia Giulia si è sposata, io sono andato a vivere per un po’ da solo in via di Monserrato – racconta il giornalista – Poi, abbiamo diviso quest’appartamento e sono tornato. Abbiamo scoperto che stare in due case vicine è il modo sicuro per mantenere un rapporto. Avevo bisogno di vivere senza dire alcuna bugia. Mi è capitato di dirne e, dentro di me, mi sono costate carissime. Dopo, quando ho conosciuto la libertà della verità, non l’ho più lasciata. Io amo Matilde, ma tutti gli altri ammennicoli sulla coppia non so cosa sono”.

“Io non so dare il ‘per sempre’ per scontato”

“Domenica scorsa, eravamo a un matrimonio – gli fa eco la moglie – io mi commuovo ancora quando vedo sposarsi due che si amano. Perché quando dici ‘ti amerò nella buona e nella cattiva sorte, nella gioia e nel dolore’, è fortissimo, ma sei giovane e non ti rendi conto di cosa significherà”. “Ma dici anche ‘per sempre’: è quello che cambia i connotati a tutto – sottolinea Minoli – Io non so dare il ‘per sempre’ per scontato. Penso che devi risceglierlo giorno per giorno. La vita offre esperienze nuove, ma soprattutto, noi cambiamo e io ho orrore dell’ipocrisia: voglio essere sincero e assumermene le conseguenze”.

Giovanni Minoli (Foto Instagram)

“Mi è capitato di innamorarmi di altre donne”

“Io so che mi sono messo con Matilde perché sono stato rapito dalla sua anima e avevo bisogno della sua anima per vivere – spiega il giornalista – Non sono mai riuscito a togliermela di dosso neanche quando ci ho provato. Era il senso e la linfa della mia vita. Non mi sembra pochissimo. Poi, che cosa c’è in mezzo lo sa Dio. Io sono passionale, tutto quello che ho inventato l’ho fatto sotto emozione, lavorando con persone con cui c’erano stima e amicizia ma, piano piano, amicizia e amore possono diventare una cosa sola, un motore della vita con tutte le sue varianti, casini, complicazioni e, in questa dinamica, mi è capitato di innamorarmi di altre donne”. Anche alla moglie è successo di innamorarsi di qualcun altro. “Eravamo sposati da quattro giorni – ricorda Minoli – sei andata a un convegno, sei tornata a casa con un francese. Ma dico! Mi fa: ti dispiace? E io: ma no”.

Matilde Bernabei: “Io e Giovanni non ci siamo mai stufati di parlare”

Matilde Bernabei tiene a precisare che il francese “non era nessuno”. “Le spiego dall’inizio – prosegue – incontro Giovanni sapendo già da suo fratello che, della loro grande famiglia, lui era il più intelligente, creativo e straordinario e che non si sarebbe mai sposato e non avrebbe mai avuto figli. L’ho visto ed era anche molto figo, speciale — vogliamo usare un’espressione desueta? — ho visto il principe azzurro. Ho pensato: potrà essere solo un’avventura, pazienza. Ho poi verificato la sua intelligenza, Giovanni capisce la realtà e perciò prevede il futuro, non ci stanchiamo mai di parlare”. “Noi non ci siamo mai stufati di parlare anche quando le cose andavano malissimo”, le fa eco il marito.

Giovanni Minoli con la moglie e la figlia (Foto Instagram)

Minoli: “Non ero felice di sposarmi, però ero felice che fosse con te”

Fosse stato per lui, Giovanni Minoli non si sarebbe mai sposato. “Mio padre dice: so che vedi Giovanni Minoli, che è molto più grande di te, quindi non starete a parlare di Napoleone; o lo sposi o non lo vedi più- racconta la Bernabei – Io pensai: faremo solo finta di non vederci”. “Invece, le ho detto: sposiamoci – ricorda il giornalista – Conoscendo suo padre, sapevo che il ‘vediamoci di nascosto’ sarebbe stato impossibile. Io avevo già sentito l’importanza di te nella mia vita, ma non ti avrei sposato mai. Forse adesso, sì, adesso, ti sposerei. Una dichiarazione così buttala via. Io non ero felice di sposarmi però ero felice che fosse con te (…) Non ero stato amato da mia madre, che amava il marito, non tanto i figli. Non credevo nella famiglia”.

“Una volta ho affrontato un rivale”

“Vivevi l’impossibilità di lasciarti andare all’amore, eppure l’hai fatto – dice la moglie Mi è successo di innamorarmi di altri. Incredibilmente, ho avuto molti corteggiatori. Fra questi corteggiatori, qualcuno particolarmente straordinario, ma non ho mai smesso di amare Giovanni e quindi lo ho sempre riscelto”. “Io la libertà gliel’ho sempre riconosciuta, mentre lei a me meno – fa sapere Minoli – Se ho mai avuto paura che lei se ne andasse? Sì e soffrivo. Ho avuto anche reazioni forti. Un rivale l’ho affrontato”.

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Giovanni Minoli (Foto Instagram)

“Nostra figlia era una cucitrice di amore spaventosa”

Anche Matilde Bernabei ha un aneddoto da raccontare a tal proposito: “Ricordo una sera che non tornava e ho pensato: non tornerà. Ero disperata”. “Nostra figlia Giulia ha avuto un ruolo fondamentale: nei momenti di vera distanza, era una cucitrice di amore spaventosa”, confida il giornalista. “Da quando lui è tornato e abbiamo diviso gli appartamenti, ridiamo moltissimo insieme, più di prima – racconta la moglie che ha la chiave di casa del marito – L’ho usata quando lui ha avuto l’infarto. Per dire la connessione che c’è: da un grammo della voce che aveva la sera, ho capito che qualcosa non andava. Sa? Noi la sera ceniamo quasi sempre insieme”.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Pubblicato il 27/07/2022 17:42
Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965