Gina Lollobrigida dichiara guerra al figlio e si affida all'avvocato Ingroia dopo averlo visto su Netflix

Gina Lollobrigida dichiara guerra al figlio e si affida all’avvocato Ingroia dopo averlo visto su Netflix

Daniela Vitello

Gina Lollobrigida dichiara guerra al figlio e si affida all’avvocato Ingroia dopo averlo visto su Netflix

| 15/11/2021
Gina Lollobrigida dichiara guerra al figlio e si affida all’avvocato Ingroia dopo averlo visto su Netflix

4' DI LETTURA

Il figlio vuole farla interdire e l’attrice nomina Ingroia suo avvocato

  • Il video annuncio in cui i due promettono battaglia
  • La Lollo: “Vogliono togliermi libertà e patrimonio”
  • Il legale: “E’ il momento di contrattaccare”

Gina Lollobrigida dichiara guerra al figlio che ha chiesto l’avvio della procedura di amministrazione di sostegno privandola del diritto di gestire il proprio patrimonio costruito negli anni. In questa battaglia, l’attrice e artista 94enne non sarà da sola ma avrà al suo fianco l’avvocato Antonio Ingroia.

La Lollo: “Vogliono privarmi della mia libertà e del mio patrimonio”

“Mi chiamo Gina Lollobrigida e sono una donna che ha rappresentato l’Italia nel mondo – dice l’attrice nel video in cui presenta il suo legale e promette battaglia –  Oggi, a più di 90 anni, sono piena di energia e di voglia di fare ancora. Purtroppo sto vivendo anni di grande amarezza perché subisco attacchi alla mia libertà e al mio patrimonio che mi sono costruita da sola. Questa grave ingiustizia che mi amareggia profondamente nasce da un’iniziativa di mio figlio al quale ho dato tutto nella mia vita”.

Belen Rodriguez e Gina Lollobrigida (Foto Instagram)

“Mio figlio mi attacca come se fossi la sua peggior nemica”

“Mio figlio, che per anni è sparito dalla mia vita – spiega – ricompare non per darmi sostegno affettivo ma per togliermi la disponibilità del mio patrimonio. E’ veramente molto triste ed avvilente. Da chi meno te lo aspetti, proprio da mio figlio, sangue del mio sangue, che mi attacca come se fossi la sua peggior nemica, invece di aiutarmi ad affrontare con serenità i prossimi anni”.

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

“Ho nominato Ingroia perché è un combattente della verità”

“E’ una vera ingiustizia – tuona la Lollo – e siccome sono sempre stata una donna combattiva ho deciso di reagire colpo su colpo ed è arrivato il momento di contrattaccare. Accanto a me c’è il mio avvocato, dottor Antonio Ingroia, per tanti anni magistrato antimafia, braccio destro di Paolo Borsellino, persona seria e responsabile. L’ho nominato recentemente mio avvocato perché ho bisogno di un combattente della verità. La cosa più assurda è che la giustizia italiana ha dato ascolto soltanto a mio figlio che, con la complicità di una cricca di affaristi e truffatori, vogliono derubarmi di tutto ciò che io possiedo. E’ una vergogna!”.

Gina Lollobrigida e Antonio Ingroia (Foto da video)

“Sono molto lucida e non vi consentirò di derubarmi della mia libertà”

“Lotterò con tutte le mie forze per il mio diritto di invecchiare in pace – conclude – E’ giusto che io possa affrontare questo delicato periodo della mia vita in serenità disponendo anche delle mie risorse, frutto del mio lavoro. Ho 94 anni e qualcuno sostiene che io non sia abbastanza lucida per amministrarmi. Vi dico che sono molto lucida e non vi consentirò di derubarmi della mia libertà. Insieme al mio avvocato, andrò davanti ad ogni giudice per denunciare quello che mi sta accadendo. Non mi arrenderà mai”.

L’avvocato: “E’ il momento di contrattaccare”

“Non posso che ringraziare e dire che per me è un onore affrontare questa battaglia – le fa eco Antonio Ingroia – Una battaglia di giustizia, verità e libertà. In questa vicenda, lei è stata bersaglio di attacchi indegni, indecenti e criminali. Quello che è accaduto sino ad oggi è una vergogna per la giustizia italiana. Le è stato sottratto il diritto di vivere serenamente. Io voglio restituirle il suo diritto ad esprimersi come artista, non come oggetto di queste cattiverie. Io sono un avvocato d’attacco e sono d’accordo con lei: è il momento di contrattaccare e da oggi contrattaccheremo”.

GUARDA IL VIDEO

Gina Lollobrigida (Foto da video)

Ingroia: “La Lollo mi ha visto su Netflix”

In un’intervista rilasciata al “Corriere della Sera”, Antonia Ingroia svela il motivo per cui Gina Lollobrigida lo ha scelto come suo legale:  “Nasce tutto da Netflix. Dalla serie su Pino Maniaci, il giornalista perseguitato dopo le sue battaglie contro la mia ex collega Saguto per via dei beni confiscati e di non disinteressati amministratori giudiziari…La Lollobrigida ha visto come ho difeso Maniaci, poi assolto. Ha visto in tv come ho contrastato gli amministratori giudiziari”. Per il legale, la sentenza a favore del figlio “è francamente un po’ assurda”, parla di “una presunta suggestionabilità anche se le perizie dicono che la signora Gina è lucida”. “Vogliono farla passare per rimbambita ma non è così – insiste Ingroia – E su questo faremo partire la strategia del contrattacco”.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Pubblicato il 15/11/2021 21:18
Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965