Bonolis, il dramma della sua primogenita: "E' nata con una cardiopatia, è stato un percorso in salita" - Perizona Magazine

Bonolis, il dramma della sua primogenita: “E’ nata con una cardiopatia, è stato un percorso in salita”

Daniela Vitello

Bonolis, il dramma della sua primogenita: “E’ nata con una cardiopatia, è stato un percorso in salita”

| 24/05/2020

In un’intervista rilasciata a “DiLei”, Sonia Bruganelli – moglie di Paolo Bonolis – confessa di essere stata molto gelosa in […]

In un’intervista rilasciata a “DiLei”, Sonia Bruganelli – moglie di Paolo Bonolis – confessa di essere stata molto gelosa in passato.

“All’inizio della mia relazione con Paolo sono stata catapultata in un mondo che non era il mio, io studiavo all’università e mi mantenevo con i fotoromanzi per essere economicamente indipendente – racconta – All’improvviso mi sono ritrovata con persone più grandi e in un ambiente con una competitività femminile allucinante, non è stato facile. Quando abbiamo iniziato a frequentarci lui era il conduttore di ‘Beato tra le donne’ ed era pure uno degli scapoli più ambiti della televisione, mettici pure che io ero critica sul mio aspetto fisico, lui era contornato da ragazze bellissime, che i primi tempi me ne hanno fatte di tutti i colori. Quindi forse la mia gelosia eccessiva aveva il suo perché”.

L’imprenditrice parla anche dei tre figli, Davide, Silvia e Adele, nati dal matrimonio con il popolare conduttore. “Ho tre figli meravigliosi molto diversi tra loro, sia fisicamente che caratterialmente – spiega – Mi piace molto la loro capacità di adattamento alle diverse situazioni della vita. Silvia c’è stata costretta dalla nascita, ha vissuto momenti complicati sul suo corpo, sia dal punto di vista fisico, che dal punto di vista psicologico e ne sta uscendo in maniera splendida con una grande forza d’animo. Non so quale delle due cose fosse già insita in lei, la capacità di reagire agli eventi o il grande carattere, fatto sta che ha un modo di vedere e vivere la vita che mi piace molto e che le auguro di mantenere per sempre. Davide è l’uomo della mia vita, il maschio di casa, adoro la sua affettuosità, il suo essere attento alle dinamiche emotive delle persone a cui vuole bene, è simpatico da morire ed è divertente. Adele è la più piccola e più indipendente del gruppo, ha sofferto questo periodo di quarantena, perché è uno spirito molto libero, le sono mancati i suoi compagni, la scuola, quel ritrovarsi fisicamente insieme ai suoi coetanei. Ha paura di deludere gli altri, mi auguro che smussi un po’ questo lato del suo carattere che ricerca la perfezione in tutto quello che fa, che forse è anche un po’ colpa nostra perché quando era piccola le dicevamo sempre che era una bambina perfetta in tutto quello che faceva e forse inconsciamente l’abbiamo condizionata. Auguro a tutti e tre di trovare la loro strada e di essere felici nella vita e in tutte le fasi della loro esistenza, dal lavoro al rapporto di coppia”.

Lady Bonolis entra nel merito dei problemi accusati alla nascita dalla sua primogenita: “Silvia è nata con una cardiopatia ed è stata operata, curata e corretta quando aveva solo dieci giorni di vita. È stato un percorso difficile e in salita, questa patologia le ha lasciato dei danni cerebrali che le hanno portato anche danni motori, è stato un inizio molto faticoso. Spesso la malattia o divide o unisce. So di tante situazioni in cui la coppia non sopravvive, ma non è il nostro caso. Noi abbiamo avuto la fortuna di avere oltre la famiglia che ci è stata molto vicina anche tate e persone che ci hanno aiutato, specialmente nei primi anni. La voglia e la forza di avere un altro figlio quasi subito ci ha costretti a una normalità che ci ha sicuramente aiutato e poi la nascita del fratello per Silvia è stato un grande stimolo. Non so se l’aver superato momenti difficili ci abbia aiutato a rafforzare il nostro rapporto, forse saremmo riusciti ad averlo comunque, certamente abbiamo concentrato tutte le nostre forze per dare gioia e serenità alla nostra famiglia. Quando è arrivata Adele, la terza figlia, la situazione per fortuna era già molto più serena ed è stato tutto molto facile. Dentro di me penso che il rapporto che siamo riusciti a costruire nel tempo io e Paolo ce l’avremmo avuto anche senza le difficoltà”.

La Bruganelli, a capo di un’agenzia che si occupa di casting per programmi televisivi, cinema e teatro, è spesso insultata dagli haters che la accusano di ostentare la sua vita dorata. “I soldi che spendo sono miei – precisa – è anche vero che ho la fortuna di poter bypassare le spese che hanno tutti, le spese per l’affitto, piuttosto che luce, gas, perché ho la fortuna di avere accanto una persona che da questo punto di vista mi dà serenità, posso permettermi delle spese che forse vivendo da sola farei ugualmente, ma con un attenzione diversa. Mi dispiace che molti commenti arrivino dalle donne. Io per natura ricerco sempre la complicità femminile e sono portata a fare gruppo con loro, mi piace dare una mano se serve, ma mi rendo che spesso non è così e che anzi il livore arrivi più spesso dal genere femminile che non è riuscito a realizzarsi nella vita e con attacchi maschilisti che davvero non fanno onore al genere cui appartengono”.

CLICCA QUI E SEGUICI SU INSTAGRAM

Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965