Montalbano, Zingaretti medita l'addio: "Rifletterò per capire se finirla qui" - Perizona Magazine

Montalbano, Zingaretti medita l’addio: “Rifletterò per capire se finirla qui”

Daniela Vitello

Montalbano, Zingaretti medita l’addio: “Rifletterò per capire se finirla qui”

| 20/02/2020

Troppi lutti hanno funestato nei mesi scorsi “Il Commissario Montalbano”. Luca Zingaretti, che da oltre 20 anni presta il volto […]

Troppi lutti hanno funestato nei mesi scorsi “Il Commissario Montalbano”. Luca Zingaretti, che da oltre 20 anni presta il volto al poliziotto più amato della tv, comincia a sentire il peso delle assenze e potrebbe decidere di abbandonare il suo personaggio più longevo. A svelarlo è lui stesso nella conferenza stampa di presentazione dei due nuovi episodi della saga partorita dallo scrittore siciliano Andrea Camilleri scomparso nel luglio del 2019. Nell’agosto dello stesso anno se ne è andato anche lo storico regista Alberto Sironi mentre lo scorso 2 febbraio si è spento lo scenografo Luciano Ricceri.

“Nel 2008 decisi di abbandonare Montalbano per un problema di strategia – ha spiegato Zingaretti – Pensavo che bisognasse uscire tra gli applausi. Dopo due anni decidemmo di rifarlo e gli applausi non sono finiti, ma aumentati. Ora il problema è che c’era un autore che ci scriveva i testi anno per anno che non c’è più, un regista che li girava che ora non c’è più, uno scenografo che non c’è. La Rai ha scelto di girare tre nuovi episodi, ne saranno mandati in onda due nel 2020, uno nel 2021. Io voglio celebrare e far sedimentare il dolore, la malinconia. Voglio riflettere e vedere se è il caso di finirla qua oppure se prendere il testimone e concludere in bellezza con l’ultimo romanzo che è nella cassaforte di Sellerio. C’è anche un altro romanzo, “Il cuoco dell’Alcyone”, che è uscito mentre noi giravamo. Bisogna capire se uno non se la sente più di andare avanti senza determinate figure fondamentali oppure continuare. Io voglio elaborare questo lutto e digerire questo dolore, poi vedremo”.

“Montalbano senza Zingaretti? Non faccio mai programmi – Sono un situazionista. Sono convinto e certo che Montalbano sarà eterno”, gli ha fatto eco il produttore della serie Carlo Degli Esposti.

L’appuntamento con i due nuovi episodi dal titolo “Salvo amato, Livia mia” e “La rete di protezione” è per il 9 e il 16 marzo in prima serata su RaiUno. Zingaretti è nella doppia veste di attore e regista. “È stata una bella esperienza almeno quanto dolorosa – ha dichiarato – non c’è stato giorno in cui non mi chiedessi cosa avrebbe detto Andrea per questa o quella scena o cosa avrebbe fatto Alberto. Quando ho preso in mano la regia ho detto ‘se non mi aiutate, non ce la faccio’”.

CLICCA QUI E SEGUICI SU INSTAGRAM

Copyright © 2023

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965