Flavio Briatore: "Mai visto un povero creare posti di lavoro"

Flavio Briatore: “Mai visto un povero creare posti di lavoro”

Daniela Vitello

Flavio Briatore: “Mai visto un povero creare posti di lavoro”

| 08/09/2022
Flavio Briatore: “Mai visto un povero creare posti di lavoro”

3' DI LETTURA

Flavio Briatore torna a far parlare di sé. Nelle scorse ore, l’imprenditore ha condiviso uno spezzone di un’intervista rilasciata al portale “Media Web Channel”. “Vorrei sapere cosa ne pensate nei commenti”, ha scritto nella caption. Le sue dichiarazioni hanno scatenato un pandemonio.

Flavio Briatore (Foto Instagram)

“I nostri camerieri sono parte integrante dell’azienda”

“In Italia, se crei posti di lavoro ce l’hanno con te – ha dichiarato – Ieri hanno fatto una dimostrazione davanti al Twiga di Forte dei Marmi che dà lavoro a 180 persone e son venuti a rompere il ca**o a noi. Non l’ho mica capito! Perché? Se c’è un’azienda che dà lavoro a 180 persone, paghi i dipendenti, non facciamo nero, diamo i contributi, paghiamo tutto…che vadano a protestare davanti a quelli che non pagano nessuno, fanno nero e trattano i ragazzi come schiavi. Da noi i camerieri sono collaboratori, sono parte integrante dell’azienda. Sono ragazzi che danno l’anima per l’azienda e per il prodotto”.

Flavio Briatore (Foto Instagram)

“Invece di ringraziarti, ti rompono il ca**o!”

“Poi vengono a protestare queste sigle che non servono a niente se non a creare odio sociale – ha proseguito – Non hanno capito che chi crea ricchezza sono le aziende, gli investimenti. Non ho mai visto un povero creare posti di lavoro. Cosa vuol dire essere ricco? Il ricco non è quello che va in barca ai Caraibi. Il ricco investe sempre, continua a farlo. Noi siamo partiti con 10 milioni di fatturato, adesso fatturiamo 140 milioni e abbiamo 1.500 dipendenti. Invece di ringraziarti, ti rompono anche il ca**o! Il Paese vero è questo qui, c’è una rabbia sociale enorme”.

Lo sfogo di Flavio Briatore

“L’Italia è un paese comunista che vuole vivere di sovvenzioni”

“In Italia, i salari sono bassi perché paghiamo tasse sproporzionate al governo – ha aggiunto – Se il governo prendesse meno tasse e le desse ai dipendenti sarebbe meglio. Hanno speso 150 miliardi nei banchi con le rotelle…tutte ca***te! Invece di dare i soldi a chi aveva bisogno! Negli altri paesi hanno pagato i ragazzi a cassa integrazione piena. Se prendevano 2.000 euro al mese, hanno avuto 2.000 euro al mese. Qui davano 500-600 euro, tipo un’elemosina. E’ un paese comunista che vuole vivere di sovvenzioni”.
CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Flavio Briatore (Foto Instagram)

“Molti ragazzi cercano lavoro e poi sperano quasi di non trovarlo”

Lo scorso giugno, Briatore era tornato a puntare il dito contro il reddito di cittadinanza che a suo dire sarebbe responsabile dell’“allergia” sviluppata da tanti giovani nei confronti del lavoro. “Quando eravamo ragazzi volevamo lavorare – aveva dichiarato – Ma perché ci piaceva. Per esempio io d’estate raccoglievo le mele, le fragole. Su mille persone, il nostro staff ne ha assunte penso 8. Tutti chiedevano di non lavorare nel weekend, gli orari li fanno loro e non li fai più tu, la gente vuole avere più tempo libero. Molti ragazzi cercano lavoro e poi sperano quasi di non trovarlo. Lo vedo chiaramente: preferiscono il reddito di cittadinanza a un percorso di carriera”.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Pubblicato il 08/09/2022 12:19
Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965