Eros Ramazzotti: "Michelle Hunziker? L'amore è finito ma desidero che sia felice"

Eros Ramazzotti: “Michelle Hunziker? L’amore è finito ma desidero che sia felice”

Daniela Vitello

Eros Ramazzotti: “Michelle Hunziker? L’amore è finito ma desidero che sia felice”

| 29/07/2022
Eros Ramazzotti: “Michelle Hunziker? L’amore è finito ma desidero che sia felice”

3' DI LETTURA

“Ho venduto 70 milioni di dischi ma, per ottenere questo risultato, ho fatto circa duemila concerti fuori d’Italia. Dal 1985 non mi sono più fermato. Insomma un mazzo così. Ma è quello che ti dicevo sulla fatica, la determinazione, la voglia di farcela”. Eros Ramazzotti racconta in una lunga intervista a Walter Veltroni per “Sette”, inserto del “Corriere della Sera”, com’è “riuscito a uscire da una stanzetta del quartiere Lamaro, alla periferia di Roma, e ad arrivare, come farò anche quest’anno, in tutto il mondo”. “Tutte le porte chiuse non mi hanno scoraggiato. Sono caduto e mi sono rialzato tante volte. La musica è la mia vita. Senza di lei io non sarei esistito”, aggiunge.
CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Eros Ramazzotti (Foto da video)

“Vedo gente spuntata dal nulla che viene idolatrata e dimenticata”

Al cantante non piacciono le semplificazioni. “Non mi piace che tutto sia appiattito – confessa – che nel grande calderone, siano messi sullo stesso piano chi si improvvisa musicista e chi ha studiato per anni composizione al Conservatorio. Tutti uguali? Manco per niente. Ognuno è figlio della fatica che ha fatto nella vita, del suo talento, della determinazione del suo carattere. Vedo gente spuntata dal nulla che viene, con la stessa velocità, idolatrata e dimenticata. Un grande palcoscenico virtuale in cui un giorno sei una star e il giorno dopo quello che pulisce i gabinetti”. “Proprio perché questo appiattimento – spiega – questa idea che tutti siamo uguali, che non conta nulla né lo studio, né il lavoro che si sono fatti, ha finito col rimuovere ogni metro di giudizio ogni riferimento. Io non sono geloso di questi che hanno successo in un attimo, ma lo trovo ingiusto. Per loro, che domani saranno riconsegnati all’oblio, e per tutti quelli che nella vita si sono fatti un mazzo così”.

Aurora Ramazzotti e Michelle Hunziker (Foto Instagram)

Il rapporto con Michelle Hunziker

Di recente, Eros Ramazzotti ha invitato la sua ex moglie Michelle Hunziker a partecipare insieme alla loro figlia Aurora al videoclip del suo nuovo singolo “Ama”. Il cantante romano e la conduttrice svizzera si sono sposati nel 1998. Due anni prima era nata Aurora. Si sono separati nel 2002 per poi divorziare nel 2009. Dopo la separazione di Michelle Hunziker da Tomaso Trussardi, i due hanno ripreso a frequentarsi in amicizia. “Ho, abbiamo, voluto dimostrare una cosa semplice e bellissima: che un amore, per quanto grande e per quanto profondo, può finire senza che sparisca l’affetto, la condivisione, il desiderio che l’altro sia felice – confida Ramazzotti – Quando ho invitato Michelle a fare il video con Aurora e con me lei è stata felice. La mia canzone è un inno all’amore senza regole imposte, senza codici da rispettare. L’amore integrale, quello che non consente pregiudizi e barriere. Quando leggo di mariti che uccidono le loro compagne o di padri che ammazzano i figli, penso che davvero viviamo in un mondo capovolto, in cui il rapporto più bello, più nitido, quello che, quando cambia natura, può trasformarsi in affetto eterno, può diventare invece annientamento dell’altro o possesso fragile ed egoista”.

Eros Ramazzotti (Foto Instagram)

La morte dell’amico del cuore: “Non sono riuscito ad andare al funerale”

Eros Ramazzotti ha altri due figli, Raffaela Maria e Gabrio Tullio, nati dal suo secondo matrimonio con la modella bergamasca Marica Pellegrinelli celebrato nel 2014. La coppia è scoppiata nel 2019. Nel corso dell’intervista, il cantante confida a Walter Veltroni di tenere sul tavolo la foto del suo amico del cuore deceduto in tragiche circostanze: “Si chiamava Ivano Fattorini. Eravamo fratelli. Ho sofferto tanto da non riuscire ad andare al funerale. Lui ebbe uno spaventoso incidente col motorino. Avevamo appuntamento con lui, quel giorno, a Piazza Cavalieri del Lavoro. Ma lui non arrivò. Fu schiacciato da un camion e restò mezza giornata sull’asfalto. Ivano era sotto l’effetto di quelle sostanze che inondarono Roma, in quel periodo. Io tengo sempre sul tavolo la sua foto e continuo a volergli bene. Forse anche per questo non ho mai toccato neanche una canna. Sento di dover esser sempre in pieno controllo della situazione”.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Pubblicato il 29/07/2022 12:59
Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965