Alessia Mancini: "Ho affrontato un aborto"

Alessia Mancini e il dramma dell’aborto: “Rancore e rabbia non mi appartengono”

Paola Chirico

Alessia Mancini e il dramma dell’aborto: “Rancore e rabbia non mi appartengono”

| 29/11/2022
Alessia Mancini e il dramma dell’aborto: “Rancore e rabbia non mi appartengono”

3' DI LETTURA

L’ex Letterina Alessia Mancini si riunisce all’ex collega di “Passaparola” Silvia Toffanin, ospite a “Verissimo”. La showgirl racconta della sua vita, del matrimonio con l’attore Flavio Montrucchio, dei suoi due figli (Mya e Orlando) e del suo primo libro. Una vita ricca di amore e a volte anche di dolore, ma lei ha una sua idea a riguardo: “A casa mia il sorriso non manca mai. Cerco di portarlo ovunque vada. Per me il bicchiere è mezzo pieno. Cerco sempre la positività. Se accade qualcosa di brutto è perché ci deve insegnare a migliorarci ed apprezzare di più le cose belle”.

Alessia Mancini e Silvia Toffanin (foto facebook)

Da “Non è la Rai” al nuovo libro di cucina “Il sorriso è l’ingrediente segreto”

Di recente Alessia Mancini si è dedicata alla cucina, scrivendo oggi il suo promo libro di ricette: “La cucina mi sta dando parecchie soddisfazioni. Tutti mi dicevano ‘ma perché non scrivi un libro’. Siccome ci credevano tutti perché non devo crederci io”. Il libro è in libreria da pochi giorni. Dopo aver parlato della cucina e del nuovo libro, le due ex colleghe si soffermano sulla popolarità raggiunta dalla Mancini durante il suo esordio: “Io andavo a scuola e quando uscivo venivo catapultata nello studio di ‘Non è la Rai’. Era super emozionante perché si riempiva di ragazzi che ci aspettavano. Vivi il tuo momento di ‘divismo’ ma non sei pronta al 100%. L’ho vissuto nell’inconsapevolezza e ingenuità. Per me era solo un’esperienza che si sarebbe chiusa dopo poco, e invece è diventata la mia vita, non so come”.

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

L’inizio della carriera

In questo percorso, i genitori non l’hanno mai lasciata sola: “Mi ricordo quando mi accompagnavano negli studi. Mi tutelavano. Erano un po’ preoccupati. Ma se educhi i tuoi figli nel modo giusto possono volare”. Poi arriva la separazione di mamma e papà (col quale ha sempre avuto un rapporto conflittuale): “È stata una doccia fredda. Era appena nata Mya e ho detto ‘cavolo ora che facciamo?’ Ora è tutto più sereno e sono contenta abbiano fatto questa scelta. Uno deve non deve resistere per gli altri ma per l’amore e per stare insieme”.

“Con Flavio ci conosciamo da 20 anni e siamo sposati da 19”

Si passa poi al matrimonio con Flavio Montrucchio, padre dei suoi due figli e suo marito da 19 anni: “Ci conosciamo da vent’anni, e siamo sposati da diciannove. Litighiamo, ci arrabbiamo e poi facciamo pace, per fortuna. Essere di supporto l’uno all’altro è molto importante, è facile quando va tutto bene. Quando arrivano le difficoltà, è importante avere una spalla o qualcuno che ti da una pacca”. Nonostante il bel matrimonio, le difficoltà arrivano per tutti: “Abbiamo avuto anche noi le nostre difficoltà. Tra Mya e Orlando c’è stata una perdita (un aborto, ndr.), per fortuna guardo sempre avanti e poi è arrivato subito dopo Orlando che ci ha dato la gioia che volevamo. Bisogna accettare le cose, per poi superarle. Non porti rancore, rabbia, sono cose che non mi appartengono”.

Alessia Mancini (foto facebook)

“Essere mamma è difficile”

Che mamma è Alessia Mancini? “Essere mamma è difficile, vorresti accontentarli in tutto, ma sono più i “no” che fanno crescere. Cerco di fare ‘bastone e carota’, ma sempre con l’amore, sperando di fare la cosa giusta. Gli insegno ad essere sinceri, educati e rispettosi nei confronti degli altri. Il resto lo devono vivere in libertà per potersi esprimere come vorrebbero”.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Pubblicato il 29/11/2022 10:15
Copyright © 2023

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965