Blanco palpeggiato da una fan durante il concerto: sui social scoppia il putiferio ma lui tace

Blanco palpeggiato da una fan durante il concerto: sui social scoppia il putiferio ma lui tace

Daniela Vitello

Blanco palpeggiato da una fan durante il concerto: sui social scoppia il putiferio ma lui tace

| 24/05/2022
Blanco palpeggiato da una fan durante il concerto: sui social scoppia il putiferio ma lui tace

3' DI LETTURA

E’ virale sui social un video che documenta una presunta molestia ai danni di Blanco. L’episodio incriminato è accaduto durante il concerto di Radio Italia a piazza Duomo, a Milano. Il cantante 19enne ha proposto alcuni dei suoi più grandi successi tra cui “Blu celeste”, “Notti in bianco” e “Brividi”. Come si evince dalla clip apparsa su TikTok, ad un certo punto, una fan tocca le parti intime del vincitore del “Festival di Sanremo”. Casualità o molestia? Sui social monta lo scandalo mentre il diretto interessato tace.

Blanco (Foto Instagram)

Social in fiamme: “Di una volgarità e bassezza unica”

“Comunque a me la gente fa un po’ schifo e non ditemi che è casuale, ci ha piazzato la mano lì per un bel po’… ma non vi vergognate nemmeno un po’? Basita”, “Poi una tipa lo palpa e si urla molestia o addirittura ‘stupro’ (le parole non valgono nulla…). Ma che generazione di piagnone e bigotti sta crescendo, mix tra la Rottenmeier e Jorge da Burgos? Ai tempi di Jim Morrison sarebbero vissuti terrorizzati sotto a un tavolo!”, “Sulla questione Blanco ho delle cose da dire. Potrà essere stravagante farlo o estremo ma reputo schifoso da parte di una donna ‘toccare il pa*co’ o ‘lanciare reggiseni’. Di una volgarità e bassezza unica. Che sia Blanco o Vasco Rossi”, “Che poi a prescindere dal personaggio pubblico o meno, lui è comunque una persona, un essere umano come tutti quanti noi e a tal proposito i suoi spazi vanno rispettati. Non ci lamentiamo se poi un giorno dovesse smettere di fare concerti”, commentano alcuni internauti.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Mahmood e Blanco (Foto Instagram)

“E’ una molestia. Non la si può definire in altro modo”

Ed ancora: “Quelli/e che ‘Se fosse stata una donna, avreste fatto un casino’, quando ne stiamo parlando TUTTI da 2 giorni, sono parte del problema perché lo spostano altrove e lo sminuiscono. Inoltre, mi chiedo perché il diretto interessato taccia, invece di usare la sua visibilità!”, “Quello che è successo al concerto di Blanco è da qualsiasi prospettiva da condannare. Vedo persone sminuire il tutto o addirittura attaccare chi giustamente ne parla. Ma tutto bene?”, “Un’indignazione che giustamente c’è e travolge tutti ma non l’attenzione del diretto interessato che non pensa evidentemente sia il caso di esprimersi per condannare e stigmatizzare certi comportamenti. Evidentemente prendere posizione è così scomodo”, “Quella che ha subito Blanco, durante la sua performance in Duomo, è una molestia. Non la si può definire in altro modo. Non leggo però indignazione, movimenti coi forconi ed editoriali di fuoco. Mi spiegate perché?”, “Secondo me diventa molestia se chi riceve il gesto volgare reputa di essere stato molestato. Aspetterei a fare tanto casino prima di aver sentito la versione di Blanco”.

Blanco (Foto Instagram)

“Il gesto su Blanco tutto è meno che involontario”

“Riccardo non vi autorizza a palparlo come vi pare solo perché vi si avvicina durante i concerti, allo stesso modo in cui una ragazza non vi autorizza a fare niente solo perché indossa una minigonna. Il concetto di base rimane il rispetto per gli altri”, “Il fatto che Blanco si doni completamente al pubblico, che si butti tra la folla e permetta di essere toccato fa capire quanto lui sia riconoscente verso coloro che gli stanno donando il successo. Ma toccare lì, senza consenso è violenza, è violazione della persona”, “Il gesto su Blanco tutto è meno che involontario. Una gomitata mentre si balla è involontaria, calpestare i piedi mentre salto è un gesto involontario. Una mano letteralmente appoggiata continuamente sui genitali, senza spostarla di un cm, no”.

Copyright © 2022

livesicilia.it

P.I. 05808650823