Il dolore di Carolina Marconi: "La mia vita non sarà più quella di prima"

Il dolore di Carolina Marconi: “La mia vita non sarà più quella di prima”

Daniela Vitello

Il dolore di Carolina Marconi: “La mia vita non sarà più quella di prima”

| 22/05/2022
Il dolore di Carolina Marconi: “La mia vita non sarà più quella di prima”

4' DI LETTURA

Terminato un lungo ciclo di chemioterapia dopo la diagnosi di cancro al seno, Carolina Marconi alterna momenti sì e altri di sconforto. Nei giorni scorsi, l’ex concorrente del “Grande Fratello” ha condiviso un post sui social in cui ha svelato di aver raggiunto la consapevolezza che la sua vita non sarà più quella di prima.

Carolina Marconi (Foto Instagram)

“Cerco di non abbattermi ma mi sento soffocare”

“Sto bene, ho ripreso la mia vita ma ho capito che purtroppo non sarà più quella di prima – ha scritto – A volte le cure ormonali ti portano ad avere sbalzi d’umore incredibili, sembra di avere il ciclo tutto l’anno… per non parlare poi delle vampate. Ti svegli la notte in un bagno di sudore. E’ da molto tempo che non dormo tre ore di fila, cerco di far finta di nulla, prendo la macchina e faccio i miei giri per lavoro. Prima ero molto attiva e riuscivo a fare molte cose. Cerco di non abbattermi ed essere quella di una volta ma mi sento soffocare”.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Carolina Marconi (Foto Instagram)

“Ho attacchi di panico, mi sembra di morire”

“Mentre guido all’improvviso ho paura – ha confessato – ho attacchi di panico sento che potrebbe venirmi un ‘coccolone’ da un momento all’altro. Mi fermo, parcheggio, respiro e metto un po’ di Maluma (e mi ripeto non morirai ora Carolina, hai tante cose da fare e se dovessi morire ti aspetterà comunque papà così non sarai sola). Beh…penserete che sono matta ma poi mi calmo e mi passa e vado avanti. Quando mi alleno invece sento tutta la stanchezza, non riesco a fare ancora tutti gli esercizi perchè mi fanno tanto male le ossa, cerco di stare attenta e curare l’alimentazione, evito cibi che mi fanno gonfiare, poi mi peso e non scendo di un etto. Mi arrabbio con me stessa ma la verità è che non è colpa mia. Quindi cerco di essere paziente perché mi rendo conto che prima di smaltire il cortisone ci vorranno mesi”.

Carolina Marconi con il fidanzato Alessandro Tulli (Foto Instagram)

“Evito di andare a fare l’aperitivo con le mie amiche”

“Poche volte mi concedo un bicchierino di vino – ha raccontato – evito di andare a fare l’aperitivo con le mie amiche. Alcuni giorni mi sento davvero sola …pensa che scema (questo l’ho capito oggi)…Mi ritrovo a piangere mentre faccio la doccia, è l’unico posto dove mi sento al sicuro così con il rumore della doccia non possono sentire i miei lamenti. Lo so, è dura, è durissima ma è normale sentirmi così dopo tutto quello che ho affrontato. Bisogna solo aspettare e vivere con serenità perchè la vita è meravigliosa e bisogna cercare di essere felici sempre”.

Carolina Marconi (Foto Instagram)

“Solo chi c’è passato può capire fino in fondo”

“Voglio condividere questo con voi – ha concluso – perchè ci sono stati d’animo che non si possono spiegare con le parole. Per capirli occorre essere simili. Solo chi ha affrontato una situazione del genere può capire fino in fondo tutte le mie preoccupazioni e fragilità ma non mollo. A tutte le mie ex pelatine voglio dire di non permettere al cancro di levarvi la voglia di vivere. Io non lo permetterò maiiiiiiiii. E parlate piangete, sfogatevi con le persone a cui volete bene, vi sapranno ascoltare senza giudicare. Non chiudetevi mai in voi stessi, è fondamentale la comunicazione per non avere ferite dentro”.

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Carolina Marconi (Foto Instagram)

“Ho solo il 10% di possibilità di rimanere incinta”

Carolina ha scoperto di essere malata mentre si stava sottoponendo agli esami di rito per sottoporsi alla fecondazione assistita. Lei e il compagno, l’ex calciatore Alessandro Tulli, al quale è legata da 11 anni, sognano ancora di diventare genitori ma la strada è tutta in salita. La coppia vuole affidarsi alla fecondazione assistita. “Ho congelato un ovulo. Uno solo. Dunque, ho il 10% di possibilità di rimanere incinta”, ha confidato l’ex gieffina a “Chi”.

Carolina Marconi e Alessandro Tulli (Foto da video)

“Mi sono informata sull’utero surrogato ma per me è troppo”

“Avrei dovuto congelarne 10 – ha spiegato – ma non potevo fare terapie ormonali con il tumore al seno, sarebbero state un accelerante per il male. Ora, per altro, siccome devo aspettare per provare a rimanere incinta, ho pensato: ‘Intanto adotto un bambino’. Mi sono anche informata sull’utero surrogato, conosco persone che vi hanno fatto ricorso, ma, come dire, per me è troppo”.

Carolina Marconi (Foto Instagram)

“Per adottare un bambino dovrei aspettare cinque anni”

La strada dell’adozione non è percorribile. “Se per i medici sono guarita, per lo Stato non lo sono – ha fatto sapere Carolina – Per ogni tipo di tumore bisogna aspettare un tot di tempo: 5 anni, 10, 20… io per il mio devo aspettare 5 anni: potrei adottare, dunque, a 49 anni. E intanto i bambini crescono nelle strutture. È un sistema che va cambiato”.

Copyright © 2022

livesicilia.it

P.I. 05808650823