Alfonso Signorini "massacra" i suoi vipponi: "Sono più stupidi che razzisti"

Alfonso Signorini “massacra” i suoi vipponi: “Sono più stupidi che razzisti”

Daniela Vitello

Alfonso Signorini “massacra” i suoi vipponi: “Sono più stupidi che razzisti”

| 12/03/2022
Alfonso Signorini “massacra” i suoi vipponi: “Sono più stupidi che razzisti”

5' DI LETTURA

Lunedì 14 marzo calerà il sipario sull’edizione più lunga e controversa del “Grande Fratello Vip”. In un’intervista rilasciata al “Corriere della Sera”, Alfonso Signorini spara a zero contro i suoi “vipponi” ai quali in questi sei lunghi mesi non ha risparmiato frecciatine e ramanzine. “Alcuni concorrenti sono più stupidi che razzisti?”, chiede il giornalista Renato Franco. “Certo che sì – replica il re del gossip – A un certo punto la situazione era sfuggita di mano e mi sono sentito in dovere di parlare a tutti e dargli un consiglio: uscite piuttosto che dare il peggio di voi come state facendo, vi fate del male da soli”.

LEGGI ANCHE: Signorini irrompe nella casa: “Qui perdiamo la faccia tutti, non vi riconosco più”

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Alfonso Signorini e Alex Belli (Foto da video)

“Nelle precedenti edizioni attriti nel gruppo di lavoro”

Al di là di qualche rimprovero singolo o collettivo, quest’anno è stato deciso di non squalificare nessuno. “Non si può fare del Gf un campione di correttezza, è un programma per sua natura politicamente scorretto – spiega il conduttore – La diretta non si può edulcorare né si può dare una visione della realtà diversa da quella che è. Nelle edizioni precedenti eravamo più rigorosi e inflessibili, e ci sono stati attriti e contrasti nel gruppo di lavoro. A me ad esempio la squalifica di Fausto Leali per la N-word era sembrata esagerata e fuori luogo. Fin dall’inizio ho messo sul tavolo che volevo un’edizione che fosse più spregiudicata come è nella natura del programma”.

LEGGI ANCHE: “Basta Sonia”, la moglie di Bonolis lascia lo studio del “GF Vip” dopo uno scontro con Signorini

Alfonso Signorini (Foto da video)

“I social trasformano tutto in un caso nazionale”

“Quest’anno alcune espressioni sono state decisamente fuori luogo e le abbiamo condannate sempre con fermezza, ma sappiamo distinguere cosa è veramente ingiurioso da quanto invece è provocatorio, frutto di un’esasperazione o stupidità – aggiunge – Poi i social trasformano tutto in un caso nazionale, ma se ragionassimo solo con il politicamente corretto non dovremmo nemmeno andare in onda 24 ore su 24”.

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Adriana Volpe, Alfonso Signorini e Sonia Bruganelli (Foto da video)

Lo scivolone sull’aborto: “Il noi è stato un errore, parlavo per me”

Lo stesso Signorini è scivolato sull’aborto e la Endemol Shine Italia, la società che produce il reality, ha preso le distanze dalle sue dichiarazioni. “Stavo parlando della cagna di Giucas Casella all’interno del Gf – ricorda il direttore di “Chi” – Una battuta è stata estrapolata ed è diventata un caso. Anche il contesto deve essere valutato. Certo, sono il primo a dirlo, è un contesto molto cialtrone. Il noi è stato un errore se io avessi voluto coinvolgere Endemol o Mediaset, ma parlavo per me, non mi permetterei mai di esprimere opinioni a nome loro. Uso spesso il plurale maiestatis, non posso? Ammetto che sarebbe stato un errore se fosse stato un discorso serio in un contesto serio”.

LEGGI ANCHE: Signorini non si pente della frase sull’aborto ma i produttori del “GF Vip” prendono le distanze

Alfonso Signorini (Foto da video)

“Katia Ricciarelli è tutto fuorché buona e accogliente”

Il Grande Fratello è il reality più longevo della tv ma nonostante l’età è più vivo che mai. “È seguitissimo dai social, fa dibattito in rete, è un affresco nel bene e nel male di quello che viviamo tutti i giorni – sentenzia Signorini – Katia Ricciarelli dimostra che l’archetipo della nonnina di Cappuccetto Rosso non esiste: si associa l’idea della persona più che matura alla quintessenza della bontà e dell’accoglienza, ma lei è tutto fuorché buona e accogliente. Mi piace portare in scena queste contraddizioni”.

Alfonso Signorini e Miriana Trevisan (Foto da video)

“Ormai nel termine vip rientra anche chi vip non è”

Il conduttore tira un altro “siluro” ai suoi “vipponi”: “Ormai nel termine vip rientra chiunque, anche chi vip non è. Ma chi accetta di partecipare a questo tipo di programmi è accomunato da un ricorrente sentire: si prendono tutti tremendamente sul serio, non hanno il minimo senso dell’autoironia e dell’autocritica, ogni discorso gronda di retorica. Io invece penso che la leggerezza sia il segreto della vita”.

LEGGI ANCHE: Selvaggia Lucarelli contro la “doppia morale” di Alfonso Signorini

Alfonso Signorini (Foto da video)

“So di essere influente ma il potere non mi interessa”

“Attraverso il settimanale Chi lei può affossare o far decollare carriere, si sente onnipotente?”, domanda Renato Franco. “No, del potere non me ne è mai fregato nulla, anche se non sono così ingenuo e capisco l’influenza che ho – ribatte Signorini – Ma non mi interessa, nessuno mi invita da nessuna parte perché dico sempre di no: ho deciso che il mio tempo libero lo uso per altro, non per coltivare relazioni”.

LEGGI ANCHE: Il “Grande Fratello Vip” va in onda nonostante la guerra: Signorini spiega il perchè

Alfonso Signorini (Foto da video)

“Io sono profondamente omosessuale”

Il conduttore del “GF Vip” risponde così ad una sua ex che sostiene che abbia dichiarato di essere gay per “esigenze di copione”: “Avevamo rapporti che sono rimasti epici, e non si è rassegnata alla mia scelta, mi spiace per lei. Capisco che possa essere una sconfitta dopo tanta mirabilia, ma è andata così: io sono profondamente omosessuale”.

LEGGI ANCHE: Signorini: “Ero fidanzato con una donna ma scappai con un modello trovato tra gli annunci”

Giucas Casella e Alfonso Signorini (Foto da video)

“Sono ipocondriaco e faccio tre tamponi al giorno”

Nel finale, Signorini elenca le sue fobie: “Sono un abitudinario a livelli ossessivi, quando parto la notte da Roma per tornare a Milano mi devo sempre fermare al casello di Orte perché lì c’è energia positiva. E poi soffro di ipocondria in una maniera allucinante, faccio tre tamponi al giorno, mattina, pomeriggio e sera, mi rilassa”.

Copyright © 2022

livesicilia.it

P.I. 05808650823