Alberto Matano: "Ho un compagno e vorrei sposarmi. Per i figli forse è tardi"

Alberto Matano: “Ho un compagno e vorrei sposarmi. Per i figli forse è tardi”

Daniela Vitello

Alberto Matano: “Ho un compagno e vorrei sposarmi. Per i figli forse è tardi”

| 25/02/2022
Alberto Matano: “Ho un compagno e vorrei sposarmi. Per i figli forse è tardi”

4' DI LETTURA

Le confessioni private dell’ex mezzobusto del Tg1

  • Il conduttore de “La vita in diretta” ha fatto coming out dopo lo stop al ddl Zan in Senato
  • “Se non ne ho mai parlato prima è perché ritengo sia giusto e sano proteggere i propri sentimenti”
  • L’insofferenza verso il gossip: “A volte leggo delle storie assurde. Io protetto da una lobby? Rispondo con i fatti”

Alla soglia dei 50 anni (li compirà il prossimo settembre, ndr.), Alberto Matano traccia un bilancio della sua vita. L’ex mezzobusto del Tg1, oggi al timone de “La vita in diretta” si confessa in una lunga intervista a “Sette”, inserto del “Corriere della Sera”. Calabrese di nascita ma naturalizzato romano, Matano si definisce un “gentile con il pugno di ferro”. “Se credo in un’idea alzo anche la voce – confida – Ma sono uno Stromboli: le mie eruzioni non fanno quasi mai male”. Il conduttore de “La vita in diretta” ha le idee chiare sin da bambino. “Ho una foto di me piccolissimo che piango perché indosso il costume di Arlecchino. Quel costume non l’ho mai più messo”, ricorda.

Alberto Matano con i genitori (Foto Instagram)

Dal Tg1 a “La vita in diretta”

Professionalmente, il giornalista è cresciuto tra i corridoi della Rai. “Sono il tipico professionista cresciuto dentro a un’azienda, ho cominciato da stagista – spiega – Poi al Tg1 è arrivato Mario Orfeo che mi ha affidato, dopo quella delle 13.30, la conduzione del tiggì delle 20”. Il primo giorno di telegiornale rimarrà scolpito per sempre nella sua memoria. “Ho pensato che c’erano più di 5 milioni di telespettatori: ho detto ‘buonasera’ e ho dovuto raccogliere tutto il fiato che avevo in corpo per proseguire”, racconta. Matano ha avuto grandi “maestri”, “da Gianni Riotta a Daria Bignardi a Stefano Coletta, che mi ha guidato nel passaggio all’infotainment”. Una scommessa che ha dato i suoi frutti.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Alberto Matano (Foto Instagram)

“Non sono uno che invita per mettere in difficoltà”

“Al telegiornale avevo una struttura alle spalle, con La vita in diretta sono uscito allo scoperto: o andava malissimo o benissimo. Per fortuna è accaduta la seconda cosa”, sentenzia. Da quando è rimasto da solo al timone, il programma è stato modellato su di lui. “Ogni giorno va in onda una creatura che ho cresciuto con cura. Sento la responsabilità di un programma storico, di cui però ho modificato il racconto”, dice. Gli ospiti fanno a gara ad essere invitati. A spiegare il motivo è lui stesso: “Perché non ti aspetti la trappola, non sono uno di quelli che ti invita per metterti in difficoltà. Credo che oggi, per come va il mondo, le persone si debbano prima di tutto fidare. Un conto è avere autorevolezza, un conto è essere scorretti”.

Roberta Bruzzone, Alberto Matano e Serena Bortone (Foto da video)

Il coming out

Quattro mesi fa, durante una puntata de “La vita in diretta”, dopo lo stop al ddl Zan in Senato, Alberto Matano ha fatto coming out. “Ho sempre pensato che la mia vita privata non dovesse essere oggetto di attenzioni morbose e l’ho protetta con determinazione – confessa – Ma davanti alla difesa di diritti fondamentali non posso tirarmi indietro, il richiamo è troppo forte. Non sempre certe ferite hanno a che vedere con la sfera sessuale. Io ero un ragazzino molto minuto, questo mi esponeva e da piccolo certi attacchi diventano un magma indistinto”.

Alberto Matano (Foto Instagram)

“Le etichette mi sono sempre andate strette”

“Perché non avevo mai parlato fino a quel momento della mia vita sentimentale? Perché ritengo sia giusto e sano proteggere i propri sentimenti – dichiara – E poi le etichette mi sono sempre andate strette. Nel corso della mia vita non ho avuto confini nella mia affettività. E l’ultimo Sanremo ci ha dato una lezione: non ci sono categorie dove esiste amore. Se con il mio compagno decideremo di sposarci, allora lo annunceremo e condivideremo la nostra gioia con tutti. Mi piacerebbe sposarmi e magari senza far passare troppo tempo. Forse è tardi per diventare genitori: si è fatta ‘una certa’ per i figli… “.

Alberto Matano e Mara Venier (Foto Instagram)

L’insofferenza verso il gossip

Il conduttore ammette di essere allergico al gossip: “A volte leggo delle storie assurde: ‘Con chi sta Matano?’ oppure ‘Matano via dalla Vita in diretta’”. Senza contare che spesso e volentieri si fa riferimento ad una presunta potente lobby che lo proteggerebbe. “Ecco, appunto, e io rispondo con i fatti – spiega – Un programma come La vita in diretta va avanti con la forza dei numeri. In 25 anni di Rai posso dire di non aver mai visto una persona di talento rimanere indietro: è come stare in autostrada, io sono entrato con la mia ‘Smartina’ e di sorpassi qualcuno ne ho visto. Ma ho raggiunto la mia meta: non mi sento più una canna al vento, ma una quercia con le radici ben salde”.

Copyright © 2022

livesicilia.it

P.I. 05808650823