Botte da orbi al banchetto nuziale: "Testimone rischia processo per violenza sessuale"

Botte da orbi al banchetto nuziale: “Testimone rischia processo per violenza sessuale”

Daniela Vitello

Botte da orbi al banchetto nuziale: “Testimone rischia processo per violenza sessuale”

| 09/10/2021
Botte da orbi al banchetto nuziale: “Testimone rischia processo per violenza sessuale”

E’ accaduto quattro mesi fa in Salento

  • A darsele di santa ragione durante il ricevimento furono sposo e testimone
  • Dal locale, la bagarre si spostò poi in strada e qualcuno riprese la scena
  • Le malelingue parlarono di un tradimento ma la sposa negò tutto

Il giorno più bello di una coppia di sposi irrimediabilmente macchiato da una rissa scoppiata durante il ricevimento nuziale. E’ quanto accaduto quattro mesi fa in Salento. La bagarre esplose all’interno di un locale di Specchia e si spostò poi in strada tra urla, calci, pugni, spintoni e tirate di capelli. A darsele di santa ragione, complice qualche bicchiere di troppo, furono lo sposo e un testimone. La sposa e gli altri invitati cercarono di dividere i due ma senza successo. Nel frattempo, qualcuno riprese la scena che finì sui social. La lite si è concluse con l’arrivo dei carabinieri.

Le malelingue: “La sposa beccata in bagno col testimone”

Da quel momento, in Puglia, e non solo lì, si scatenò il chiacchiericcio. Perché mai sposo e testimone erano arrivati alle mani? Le malelingue individuarono il motivo in un presunto tradimento della sposa ai danni del neo marito. Secondo un pettegolezzo, diventato virale alla stregua del video, lo sposo avrebbe addirittura beccato la moglie in bagno con il testimone cogliendoli in flagrante.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

La sposa: “Mi state rovinando la reputazione”

Stanca di essere additata come una traditrice, la sposina – una ragazza di 22 anni – ci mise la faccia ed uscì allo scoperto per smentire le voci di popolo. “Mi state rovinando la reputazione – sbottò in un’intervista rilasciata a “Nuovo Quotidiano di Puglia” – Non sono mai stata in bagno con il testimone, sono stata tutta la giornata con mio marito e la mia famiglia, quindi sempre in bella vista. E la lite non è stata causata dalla gelosia. Per quanto riguarda le voci che stanno girando sui social, gli audio, i video, le foto, abbiamo denunciato tutto alla Polizia”. 

“Il testimone rischia processo per violenza sessuale”

Adesso si scopre che il testimone rischierebbe di finire sotto processo con l’accusa di averla molestata. Secondo quanto scrive “Il Quotidiano di Puglia”, il pubblico ministero Luigi Mastroniani avrebbe chiesto per lui il rinvio a giudizio con l’accusa di violenza sessuale.

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823