Dopo il tumore, l'ictus: Daniela vuole riabbracciare la sua mamma

Dopo il tumore, l’ictus: Daniela vuole riabbracciare la sua mamma

Daniela Vitello

Dopo il tumore, l’ictus: Daniela vuole riabbracciare la sua mamma

| 16/09/2021
Dopo il tumore, l’ictus: Daniela vuole riabbracciare la sua mamma

Il destino si è accanito contro di lei

  • Daniela non potrà volare a Houston per sottoporsi alla cura sperimentale che potrebbe salvarle la vita
  • La donna chiede alla madre, che aveva acconsentito a sottoporsi al prelievo del sangue, di incontrarla
  • “Sarebbe stupido perdere questa opportunità, vorrei riconciliarmi con te”

Quella di Daniela Molinari è una vicenda incredibile piena di colpi di scena che ha scosso le coscienze di tutti. L’infermiera milanese affetta da un cancro particolarmente aggressivo, con il suo volto sofferente e gli occhi fissi nelle telecamere di “Chi l’ha visto?”, si era rivolta alla donna che l’ha messa al mondo in anonimato per poi abbandonarla in un orfanotrofio al fine di avere la possibilità di curarsi da un tumore che non le lascia scampo.

Federica Sciarelli (Foto da video)

La madre aveva accettato di sottoporsi al prelievo

Daniela era riuscita, non senza difficoltà, nell’impresa di rintracciarla grazie all’intervento del Tribunale dei Minori. Dopo un no iniziale, la madre biologica dell’infermiera che fuggiva da un passato doloroso (Daniela è nata da una violenza sessuale, ndr.) aveva accettato di sottoporsi al prelievo di sangue necessario per individuare la mappatura genetica e consentire all’infermiera, mamma di due figlie, di sottoporsi ad una terapia sperimentale.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

Daniela Molinari (Foto da video)

Un ictus ha bloccato Daniela in Italia

Nelle scorse settimane, tuttavia, è accaduto qualcosa di inaspettato e crudele. Daniela Molinari è pronta a volare a Houston dove c’è il centro per la cura del suo cancro ma il destino si accanisce ancora una volta contro di lei. A fermarla è un ictus. La donna non riesce più a camminare da sola e si ritrova su una sedia a rotelle e con un occhio bendato.

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Federica Sciarelli (Foto da video)

“Non ci voleva”

“Non ci voleva, sino ad oggi avevo sempre conservato la mia indipendenza, anche nel dolore e nella sofferenza – confessa a “Chi l’ha visto?” – Vedo sfocata e soprattutto sdoppio. Il neurologo non si prende la responsabilità di darmi l’ok per volare. Due medici dell’ospedale di Houston verranno in Italia e farò qui la prima somministrazione che durerà una settimana”.

Daniela Molinari (Foto da video)

Daniela vorrebbe riabbracciare la madre

In questi giorni così tormentati e difficili, Daniela ha maturato il desiderio di conoscere la madre biologica e ha presentato un ricorso per chiederle di farsi avanti. E’ giusto insistere per conoscere una mamma che ha tutto il diritto di rimanere anonima? Ancora una volta, Daniela fa appello alla sua sensibilità attraverso “Chi l’ha visto?”.

Federica Sciarelli (Foto da video)

“Sarebbe stupido perdere questa opportunità”

“Io non voglio obbligare le persone a fare nulla – esordisce – ho voluto fare questo ulteriore appello solo perché ho percepito che ci potesse essere per noi una opportunità che non avevamo perseguito. Sono in una condizione in cui mi sembra che perdere le opportunità sia una cosa stupidissima perché la vita poi ti mette di fronte a delle situazioni in cui non puoi più scegliere perché sceglie lei per te”.

La storia di Daniela a “Chi l’ha visto?”

“Mi sento molto sola, mi vorrei riconciliare con lei”

Daniela chiede alla madre un atto di pietà e si impegna a sottoscrivere un atto di riservatezza per incontrarla senza conoscere il suo nome. “Penso che come ho io questo desiderio, possa averlo anche lei – azzarda – In questo momento la sento una figura di riferimento. Mi sento molto sola. La mia più grande paura è la solitudine. Ovviamente la morte mi fa paura, però credo che la mancanza di amore e di sostegno faccia più paura della morte. Mi vorrei riconciliare con lei perché credo di avere una ferita aperta e che lei ne abbia un’altra”.

“Utilizzo l’obiettivo come fossero i tuoi occhi – conclude – Cerchiamo di sfruttare, se possibile, tutte le possibilità che le istituzioni ci danno per poter conoscerci e abbracciarci. Semplicemente questo”.

Copyright © 2022

livesicilia.it

P.I. 05808650823