Mummifica il cadavere della madre per continuare a riscuotere la sua pensione

Mummifica il cadavere della madre per continuare a riscuotere la sua pensione

Daniela Vitello

Mummifica il cadavere della madre per continuare a riscuotere la sua pensione

| 11/09/2021
Mummifica il cadavere della madre per continuare a riscuotere la sua pensione

Una storia raccapricciante

  • E’ accaduto in Austria: l’anziana è morta nel giugno 2020
  • Al fratello che chiedeva di lei diceva che era ricoverata in una struttura
  • A far partire l’indagine un postino scrupoloso

E’ una storia raccapricciante quella che arriva dal Tirolo, in Austria. Un 66enne ha mummificato il cadavere della madre, morta nel giugno 2020 a 89 anni, per continuare a riscuotere la sua pensione e l’indennità di cura. Il piano dell’uomo è stato scoperto a poco più di un anno dal decesso dell’anziana.

Il cadavere congelato e sepolto sotto la sabbia del gatto

Il 66enne aveva prima congelato e poi imbalsamato il cadavere della madre nascondendolo in cantina. Quindi, come se nulla fosse, ha continuato a percepire l’assegno sociale che arrivava ogni mese per posta. Agli inquirenti, durante l’interrogatorio, ha raccontato di aver congelato il corpo con impacchi di ghiaccio, di aver usato bende e garze per avvolgerlo e assorbire i fluidi corporei. Infine, lo ha coperto utilizzando la sabbia per gatti.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

Al fratello diceva che la madre era ricoverata

Poi ha inventato una storia anche per nascondere la verità al fratello. Quando questi chiedeva notizia delle condizioni di salute della madre, il 66enne rispondeva che erano molto critiche e che l’anziana, affetta da demenza senile, era stata ricoverata presso una struttura specializzata. Ma la verità, purtroppo, era un’altra ed è emersa quando il postino che ogni mese bussava alla porta per consegnare l’assegno un giorno ha chiesto di incontrare la beneficiaria per una firma.

L’indagine è partita dalla denuncia del postino

Insospettito dal rifiuto del figlio, il postino scrupoloso ha denunciato il fatto alle autorità competenti. E’ stato accertato che, da giugno 2020 a qualche giorno fa, l’uomo ha incassato indebitamente 50mila euro e adesso dovrà rispondere di frode e occultamento di cadavere. L’autopsia ha stabilito che l’anziana è deceduta per cause naturali escludendo l’ipotesi che fosse stata uccisa dal figlio.

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823