Joanna Kenny, la beauty influencer che evidenzia i baffetti col mascara

Joanna Kenny, la beauty influencer che evidenzia i baffetti col mascara

Daniela Vitello

Joanna Kenny, la beauty influencer che evidenzia i baffetti col mascara

| 18/07/2021
Joanna Kenny, la beauty influencer che evidenzia i baffetti col mascara

La battaglia di un’estetista inglese contro gli standard di bellezza

  • La giovane ha coniato l’hashtag ##poresnotflaws, letteralmente “i pori non sono difetti”
  • “Secondo me siamo nati per essere umani, non perfetti”
  • L’effetto filtrato per la pelle nella realtà non esiste

Joanna Kenny, una giovane estetista e beauty influencer inglese, ha deciso di sfidare gli standard di bellezza propinati dai social. Grazie ad app, filtri e fotoritocchi, Instagram rimanda un’immagine difforme da quella riflessa nel nostro specchio. Questa dicotomia genera ansia, frustrazione e infelicità.

La battaglia di Joanna, che ha come obiettivo finale l’accettazione di se stessi e delle proprie imperfezioni, è accompagnata dall’hashtag #poresnotflaws, letteralmente “i pori non sono difetti”. Non sono difetti neppure i baffetti che l’estetista britannica ama evidenziare con il rimmel giocando con svariate nuances. “Metto il mascara sui baffetti delle labbra per sottolineare quanto essere pelosi sia normale. Non depilarmi il viso non rende me o qualsiasi altra donna brutta”, sentenzia.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

Joanna Kenny (Foto Instagram)

“Importante normalizzare l’essere normali”

“Ho difficoltà a parlare di perfezione – spiega – Secondo me siamo nati per essere umani, non perfetti. Questo tipo di linguaggio innalza gli standard di bellezza irrealistici con cui molti di noi si misurano. Ed è l’inevitabile fallimento nel soddisfare questi modelli a rendere le persone insicure e ansiose riguardo il loro aspetto. Ecco perché è importante normalizzare l’essere normali, appunto”.

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Joanna Kenny (Foto Instagram)

“Tante persone hanno smesso di socializzare nella vita reale”

“Se ci pensi, nell’ultimo anno la maggior parte delle persone ha socializzato online – prosegue – Tutte le app hanno la modalità bellezza abilitata automaticamente. Il messaggio inconscio che passa è che mostrarci come siamo non è abbastanza. Ma cosa succede quando puoi rivedere le persone dopo mesi di comunicazione online? In molti mi hanno raccontato di come hanno smesso di socializzare nella vita reale perché sapevano che la loro immagine non era come appariva su Instagram o Snapchat”.

Joanna Kenny (Foto Instagram)

“Mi chiedono consigli per avere la pelle con effetto filtrato”

“Non abbiamo ancora idea dell’estensione dell’impatto psicologico di un simile auto editing – conclude – Il tuo cervello vede una cosa sul tuo telefono e poi qualcosa di completamente diverso nello specchio. È lì che ho notato il problema più grande nel settore della bellezza. Mi chiedono consigli per la cura della pelle per ottenerla ‘perfetta’ con ‘effetto filtrato’. Ma semplicemente non è possibile (…) Dico di smettere di seguire tutto ciò che non ti fa sentire ispirato, grato, felice o connesso. Quando chiudi le app devi sentirti meglio rispetto a quando le hai aperte”.

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823