Parla la donna che ha sposato se stessa: “Ho speso soltanto 49 sterline”

Daniela Vitello

Parla la donna che ha sposato se stessa: “Ho speso soltanto 49 sterline”

| 20/03/2021
Parla la donna che ha sposato se stessa: “Ho speso soltanto 49 sterline”

Sin da piccola le hanno inculcato che una donna dovrebbe andare all’altare prima dei 30 anni. L’australiana Patricia Christine all’altare ci è andata a 28 anni ma da sola. La storia della ragazza che ha sposato se stessa sta facendo il giro del mondo. Il matrimonio è stato celebrato a maggio dello scorso e per realizzarlo la sposa ha speso soltanto 49 sterline. La giovane, che di mestiere fa l’educatrice, non si è fatta mancare nulla, dall’abito alla fede, dai fiori al banchetto nuziale con tanto di invitati.

Il messaggio di Patricia alla società

Lo scopo di Patricia era lanciare un messaggio alla società ancora legata a vecchi stereotipi come quello che prevede che la vita di una donna debba seguire delle tappe prestabilite (matrimonio, carriera, casa e figli) e che il percorso debba concludersi necessariamente entro i 30 anni come se, superato quel termine, una donna non abbia più alcuna chance per realizzare i suoi sogni. Il messaggio lanciato da Patricia è che, prima di prendersi qualsiasi responsabilità o impegno, una donna deve impegnarsi e stare bene con se stessa per poter successivamente gettarsi in una vita a due.

Google News
Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

Il sì e il ricevimento nuziale

“Mi amo nonostante gli errori che ho fatto. Mi impegno ad essere gentile con me stesso e ad avere fiducia in me stesso. Mi impegno a seguire i miei sogni, non importa quanto grandi o piccoli”, ha dichiarato la sposa mentre scambiava i voti con se stessa alla presenza di nove invitati. La cerimonia è durata in tutto 30 minuti. Come ricevimento, Patricia ha optato per la formula “picnic”.

“Il mio matrimonio nasce dal dolore”

“Volevo sfidare le aspettative della società e mostrare alle donne che il rapporto più importante che abbiamo è con noi stesse – ha spiegato Patricia al “Mirror” – I miei genitori non mi hanno spinto a sposarmi ma avvertivo la pressione che la società esercita sulle donne in particolare. Trascorriamo tutta la nostra vita dedicandoci a un altro, ma non lo facciamo prima per noi stessi. Il mio matrimonio da sola è nato dal dolore e dalla delusione. Ero impegnata in una relazione violenta e senza amore e ho avuto il coraggio di andarmene invece di continuare e fingere che andasse tutto bene”.

“Ci vergogniamo di riconoscere la nostra unicità”

“Se avessi ascoltato la società probabilmente ora sarei in un matrimonio senza amore e mi sentirei depressa e in trappola – ha aggiunto – Ci vergogniamo di riconoscere la nostra unicità e ci vergogniamo se non seguiamo lo stesso percorso degli altri o ciò che è ritenuto socialmente accettabile. Ho comprato un anello scintillante, dei gioielli e dei girasoli per celebrare il mio giorno speciale”.

CLICCA QUI E SEGUICI SU INSTAGRAM

LEGGI ANCHE: Quarantenne single sposa se stessa, è la prima in Italia

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823