Covid, a Sanremo scoppia la bomba Irama: il cantante costretto al ritiro

Daniela Vitello

Covid, a Sanremo scoppia la bomba Irama: il cantante costretto al ritiro

| 03/03/2021
Covid, a Sanremo scoppia la bomba Irama: il cantante costretto al ritiro

Doccia gelata per Irama. Il membro dello staff del cantante in gara a Sanremo che era risultato positivo al tampone antigenico è positivo anche al tampone molecolare. Ma non finisce qui. Perché anche un altro collaboratore dell’ex volto di “Amici” ha contratto il Covid. Di conseguenza, da regolamento, pur essendo risultato negativo a due tamponi antigenici e ad uno molecolare, Irama sarà costretto a ritirarsi per osservare la quarantena di 10 giorni, che diventano 14 in caso di variante inglese. Il cantante, che ha parlato di un contatto sporadico con uno dei due infetti, avrebbe dovuto esibirsi durante la prima serata del Festival ma al suo posto ha cantato Noemi.

Irama
Irama (Foto Instagram)

Amadeus sta pensando di cambiare il regolamento

Stamani, in conferenza stampa, Amadeus si è detto molto dispiaciuto per l’accaduto e ha fatto sapere di stare valutando una modifica al regolamento che consentirebbe ad Irama di restare in gara. In pratica, al posto dell’esibizione live, andrebbe in onda la registrazione della prova generale.

Google News
Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

“Stanotte ho avuto un’idea – ha svelato il conduttore – Non mi piaceva che un ragazzo dovesse ritirarsi e che potrebbe anche succedere ad altri. Allora chiederò a tutti i cantanti, se sono d’accordo, di tenere in gara Irama mandando in onda il video della prova generale. Non è un vantaggio o uno svantaggio perché anche in quel caso non c’era pubblico. E’ una modifica al regolamento che desidero fare oggi. Ma perché questo accade devo chiedere agli altri 25 cantanti in gara se sono d’accordo”.

“Sarà lo stesso Irama a decidere – ha aggiunto Amadeus – Certo vedremo una registrazione, ma anche le prove generali erano fatte con grande pathos. Se poi Irama preferirà ritirarsi, accetterò il suo desiderio. In questa situazione straordinaria, la differenza tra diretta e registrazione non c’è”. La decisione è attesa nel pomeriggio di oggi.

Amadeus
Amadeus (Foto da video)

Il direttore di RaiUno sugli ascolti in calo rispetto allo scorso anno

Durante la conferenza stampa di oggi, il direttore di RaiUno ha commentato gli ascolti della prima serata del Festival in calo rispetto allo scorso anno. Davanti al video, ieri sera, c’erano in media 8.363.000 telespettatori con il 46,6% di share. In particolare ,11 milioni 176 mila spettatori con uno share del 46,4% nella prima parte e 4 milioni 212 mila spettatori, con uno share del 47,8% nella seconda parte.  Nel 2020 la prima serata del Festival con il trio Amadeus-Fiorello- Ferro aveva registrato 10.058.000 di spettatori con il 52.2% di share.

Il direttore di RaiUno, in conferenza stampa, ha parlato di risultato positivo e di “comparazione poco praticabile” con il dato dell’anno scorso “perché siamo in differita di un mese”.

Giovanna Civitillo, Stefano Coletta e Fabrizio Salini (Foto da video)
Giovanna Civitillo, Stefano Coletta e Fabrizio Salini (Foto da video)

“E’ un risultato in linea – ha detto – Prima parte 46,35%, seconda 47,77%. Prima serata 2021 su 2020 non confrontabile, un mese di differenza determina quello che ho detto, la platea inferiore. La densità della platea cambia nel corso dei mesi, il dato oggettivo è che ieri c’era 1,4milioni in meno. C’era anche una partita sulle reti pay. Uscirei da questi conteggi, ma questi due elementi da soli basterebbero a comprendere le differenze. Nella storia di Sanremo non si erano mai raggiunti con tale efficacia i target 15-24 anni. E’ un dato di orgoglio, noi siamo chiamati a portare alla tv una platea che di solito non è presente. Voglio fare i complimenti ad Amadeus, Fiorello e De Angelis perché per la prima volta non c’era il pubblico in sala, questo ha dato intensità ma su un piano dialogico tra i due conduttori era la prima volta che non c’era il terzo elemento e la difficoltà era enorme. Penso che Ama e Fiore l’abbiano superata brillantemente, non è facile sulla parte umoristica fare a meno di quell’elemento. Ho trovato una prima parte esplosiva, potente, quando Fiore ha chiamato le poltrone a partecipare con i braccioli” (LEGGI QUI).

“Picchi di ascolto 21.46 con Diodato: 14 milioni. Picco di share: 51,90% alle 23.23 con Fiorello che canta ‘Se stasera sono qui’ – ha aggiunto Coletta – Nessuno di noi aveva la contabilità come elemento primario nella costruzione di una kermesse che doveva muoversi in un habitat diverso da qualsiasi Sanremo. Ci siamo accalorati sulla possibilità di avere una quota di pubblico, perché non è un elemento neutro. E’ stato l’elemento che più ha scardinato questa nuova narrazione. Il bilancio è assolutamente positivo, penso che dobbiamo restare concentrati sulle prossime 4 serate. E’ comunque un dato vitale, ringrazio Ama e Fiorello”.

AGGIORNAMENTO

Irama resta in gara. Le case discografiche hanno dato l’ok alla variazione nel regolamento proposta da Amadeus. Stasera, dunque, il cantante non sarà presente fisicamente sul palco dell’Ariston ma sarà mandato in onda il video della sua prova generale.

“Sono da una parte grato perché riconosco ad Amadeus di avermi teso la mano in un momento di difficoltà purtroppo non causato da me – ha dichiarato Irama ai giornalisti – Dall’altra parte sono mortificato perché ci tenevo molto a fare la performance. Certo sono un po’ triste perché volevo essere su quel palco e giocarmi in maniera sana il Festival. Se adesso mi chiedessero di andare all’Ariston lo farei subito perché su questa cosa stavo lavorando da tempo e quell’adrenalina non me la ridarà mai nessuno. Non è stato facile decidere (…) Io avrei preferito andare sul palco, dedicare la mia energia al lavoro preparato sinora. Non sono uno stratega, non so se questo mi favorirà o meno“

CLICCA QUI E SEGUICI SU INSTAGRAM

Fiorello
Rosario Fiorello (Foto da video)
Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823