"Se non fosse stato per il Covid, forse Lucas sarebbe ancora vivo"

“Se non fosse stato per il Covid, forse Lucas sarebbe ancora vivo”

Daniela Vitello

“Se non fosse stato per il Covid, forse Lucas sarebbe ancora vivo”

| 10/02/2021
“Se non fosse stato per il Covid, forse Lucas sarebbe ancora vivo”

Lunedì scorso, durante la trentottesima puntata del “Grande Fratello Vip”, Juliano Mello si è collegato con la casa di Cinecittà per sostenere la sorella Dayane (LEGGI QUI). Il dolore per la morte dell’altro fratello Lucas, deceduto a soli 26 anni in un incidente stradale (LEGGI QUI), è ancora molto forte.

In un’intervista al settimanale “Chi”, Juliano ha svelato di aver chiesto espressamente alla sorella di restare in gioco al “Grande Fratello Vip” nonostante la tragedia che ha colpito la loro famiglia. Anche Lucas, prima della sua scomparsa prematura, sosteneva fortemente Dayane in quest’avventura e anche lui avrebbe voluto che lei rimanesse nella casa.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

Dayane Mello con il fratello Lucas

“Dayane vinci per Lucas, vinci per noi”

“Oggi la sua, la mia felicità sarebbe stata riunirci con nostra sorella. Per questo lo ripeto: ‘Dayane vinci per Lucas, vinci per noi’”, ha dichiarato Juliano. “Ho detto a Dayane che doveva continuare a rimanere in gioco e vincere per nostro fratello! – ha aggiunto – Lucas era il primo tifoso di nostra sorella. Noi tre eravamo una cosa sola. Lui era molto orgoglioso che in Brasile si parlasse di Dayane e dei Mello (…) Non è tattica, è il volere di Lucas che ci guarda dall’alto, mi creda”.

Dayane Mello e Rosalinda Cannavò (Foto da video)

“Per ora in Brasile si usa celebrare il funerale in 24 ore”

Juliano ha ribadito che, anche se la sorella avesse abbandonato il gioco, non sarebbe comunque riuscita a partecipare al funerale di Lucas che, invece, ha seguito in streaming dal confessionale per gentile concessione della produzione del reality di Canale 5. “Ora in Brasile, a causa della pandemia, si usa celebrare il funerale in 24 ore – ha spiegato – Lucas è morto alle 10 di sera, il giorno dopo alle cinque del pomeriggio lo abbiamo sepolto. Un dolore indescrivibile e questa situazione pandemica non aiuta. In ogni caso Dayane non ce l’avrebbe fatta ad esserci”.

Dayane Mello (Foto da video)

“Se non fosse stato per il Covid, forse questo non sarebbe accaduto”

A proposito dell’incidente in cui Lucas ha perso la vita, Juliano si è detto convinto che se non ci fosse stata la pandemia il giovane sarebbe ancora in vita. “Era un bravo ragazzo. Lavorava nel negozio di parrucchiere insieme a nostro padre – ha raccontato – Il destino ha voluto così… Se non fosse stato per il Covid, forse tutto questo poteva non accadere. Io e lui avevamo deciso di volare in Italia da Bubi (soprannome di Sofia, la bimba che Dayane Mello ha avuto da Stefano Sala, ndr.) e da nostra sorella per seguire la fase finale del Grande Fratello Vip, ma i voli sono stati bloccati e non eravamo in sicurezza. Per questo abbiamo rimandato a tempi migliori. Sono giustificazioni che scorrono nella mia testa. Ormai nessuno ci ridarà il nostro fratellino”.

CLICCA QUI E SEGUICI SU INSTAGRAM

Dayane Mello e Rosalinda Cannavò (Foto da video)
Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823