In punto di morte chiede di vedere tutti i parenti, 76 positivi dopo veglia e funerale - Perizona Magazine

In punto di morte chiede di vedere tutti i parenti, 76 positivi dopo veglia e funerale

Daniela Vitello

In punto di morte chiede di vedere tutti i parenti, 76 positivi dopo veglia e funerale

| 04/01/2021
In punto di morte chiede di vedere tutti i parenti, 76 positivi dopo veglia e funerale

Preoccupazione e paura a Rocca d’Evandro, in provincia di Caserta, per un focolaio di coronavirus divampato a seguito di un evento luttuoso. Un’anziana, prossima alla morte, ha voluto accanto a sé tutti i parenti con le loro famiglie per salutarli prima di lasciare la vita terrena. I familiari hanno raccolto il suo invito e si sono radunati al suo capezzale per l’ultimo saluto. Ma non solo. Decine di persone con bambini al seguito hanno presenziato anche alla veglia funebre e al funerale celebrato lo scorso 27 dicembre. Il risultato di questi raduni familiari svolti in barba alle norme anti Covid è un focolaio di coronavirus abbastanza esteso che adesso preoccupa tutti.

Settantasei al momento i positivi, tra cui figurano svariati minorenni asintomatici e altri contatti esterni dei familiari che si sono aggiunti a cluster precedenti. Per tutti i contagiati è scattato l’isolamento. A ricostruire l’accaduto è stata l’Asl locale. Il sindaco si è visto costretto a firmare un’ordinanza che prevede la limitazione di tutti gli spostamenti, la chiusura di parchi, del mercato comunale e del cimitero. E ovviamente il divieto di partecipazione ai riti funebri esclusi i parenti solo di primo e secondo grado.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

“Non lasciamoci trascinare dall’euforia delle festività, tantomeno dall’entusiasmo per l’arrivo del vaccino: la battaglia sarà ancora lunga e dura”, ha scritto su Facebook Alfonso Manica, medico del paese. Il dottore ha invitato la cittadinanza a “evitare di fare tutto ciò che non è indispensabile, evitare contatti anche occasionali con persone al di fuori del nucleo familiare, evitare di creare assembramenti, sfruttare le risorse digitali, ove possibile, per non recarsi di persona all’ufficio postale, in banca, dal medico di famiglia, indossare sempre la mascherina e lavare spesso le mani”. “Spero di essere stato chiaro, ma soprattutto convincente”, ha concluso.

CLICCA QUI E SEGUICI SU INSTAGRAM

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823