Coronavirus, morto uno dei due medici cinesi che si erano risvegliati dal coma con la pelle nera - Perizona Magazine

Coronavirus, morto uno dei due medici cinesi che si erano risvegliati dal coma con la pelle nera

Daniela Vitello

Coronavirus, morto uno dei due medici cinesi che si erano risvegliati dal coma con la pelle nera

| 03/06/2020
Coronavirus, morto uno dei due medici cinesi che si erano risvegliati dal coma con la pelle nera

Hu Weifeng, 42 anni, urologo in forza al Wuhan Central Hospital, ha perso la sua battaglia contro il coronavirus. E’ il sesto camice bianco a perdere la vita per colpa del Covid-19. Lo scorso aprile la storia dell’urologo aveva fatto il giro del mondo. Insieme al collega cardiologo anche lui 42enne Yi Fan era stato contagiato probabilmente sul posto di lavoro durante il trattamento dei pazienti affetti dalla stessa infezione.

Entrambi erano finiti in coma in rianimazione e le loro condizioni erano apparsi subito molto gravi. Dopo oltre un mese, si sono risvegliati con la pelle scura. I medici avevano spiegato che la diversa pigmentazione della pelle era stata causata da un farmaco utilizzato per combattere il Sars-Cov-2 ma anche da un cattivo funzionamento del fegato.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

Purtroppo la cura, nel suo caso, non è servita a nulla e a quattro mesi dal contagio è deceduto. Lo scorso 14 aprile aveva lasciato la terapia intensiva perché le sue condizioni erano migliorate. Una settimana dopo, però, era stato colpito da un’emorragia cerebrale ed era stato nuovamente trasferito in terapia intensiva. Il collega Yi Fan si è invece ripreso e ha lasciato l’ospedale lo scorso 6 maggio.

CLICCA QUI E SEGUICI SU INSTAGRAM

GUARDA IL VIDEO

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823