Accoltellò il rivale in amore dopo il rifiuto a "C’è posta per te": condannato per tentato omicidio - Perizona Magazine

Accoltellò il rivale in amore dopo il rifiuto a “C’è posta per te”: condannato per tentato omicidio

Daniela Vitello

Accoltellò il rivale in amore dopo il rifiuto a “C’è posta per te”: condannato per tentato omicidio

| 15/03/2019
Accoltellò il rivale in amore dopo il rifiuto a “C’è posta per te”: condannato per tentato omicidio

Era finito a “C’è posta per te” per riconquistare l’ex fidanzata. Era la sua ultima carta ma la registrazione non si era conclusa come sperato. La ragazza aveva infatti deciso di chiudere la busta. La passione aveva quindi lasciato il posto alla rabbia. Dopo il rifiuto, l’innamorato ferito, Emanuele Colurcio, un napoletano di 21 anni, si scagliò contro colui che nel frattempo aveva preso il suo posto nel cuore della ex, una ragazza di appena 18 anni. Il giovane aggredì il rivale in amore, Domenico di Matteo, accoltellandolo nella zona dei “baretti” di Chiaia, il quartiere della movida partenopea.

La vittima di 23 anni fu colpita agli organi interni e riportò gravi lesioni. L’aggressore finì in manette con l’accusa di tentato omicidio, porto di coltello e atti persecutori (stalking) nei confronti della sua ex fidanzata. In considerazione di quanto accaduto, Mediaset – unitamente alla redazione di “C’è posta per te” – aveva deciso di non mandare in onda la storia dell’ex coppia.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

Emanuele Colurcio è stato condannato a 14 anni di reclusione sia in primo che in secondo grado. Il suo avvocato ha presentato ricorso in Cassazione e la sentenza è stata annullata sull’aggravante dei motivi abietti e futili. Ieri infatti la condanna definitiva è stata ridotta da 14 a 8 anni, per tentato omicidio premeditato.

CLICCA QUI E SEGUICI SU INSTAGRAM

LEGGI ANCHE: Ex ballerino di “Amici” condannato a 20 anni: strangolò il suo fidanzato

 

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823