Va a dormire con un ronzio alle orecchie, al risveglio scopre di non sentire più le voci maschili

Daniela Vitello

Va a dormire con un ronzio alle orecchie, al risveglio scopre di non sentire più le voci maschili

| 13/01/2019
Va a dormire con un ronzio alle orecchie, al risveglio scopre di non sentire più le voci maschili

Si chiama Chen, ha 24 anni, vive a Xiamen, in Cina, e la sua storia sta facendo il giro del mondo. Una sera, la giovane è andata a dormire con un fastidioso ronzio alle orecchie e un forte senso di nausea. Al risveglio, la scoperta choc.

La ragazza non riusciva più a sentire le voci maschili, mentre continuava ad udire tranquillamente quelle femminili. Chen è subito corsa in ospedale ed i medici si sono subito attivati per vederci chiaro.

A svelare l’arcano è stata la dottoressa Lin Xiaoqing, specialista in otorinolaringoiatra, che ha emesso la seguente diagnosi: perdita di udito a bassa frequenza, o perdita dell’udito con pendenza inversa, un disturbo per cui poteva solo sentire le alte frequenze. Di conseguenza quelle maschili, ritenute basse, non venivano percepite dal suo udito.

Si tratta di una condizione rarissima e difficile da diagnosticare che colpisce solo 1 persona su 13mila pazienti aventi problemi di udito. Potrebbe trattarsi addirittura di una patologia genetica. Nel caso della giovane cinese, sotto accusa è finita la sua vita particolarmente stressante.

Chen ha svelato di lavorare troppo, talvolta fino a notte fonda e di dormire poche ore. La dottoressa Xiaoqing è fiduciosa ed è convinta che la 24enne riuscirà a recuperare completamente l’udito e potrà sentire nuovamente la voce del fidanzato.

CLICCA QUI E SEGUICI SU INSTAGRAM

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823