"Mio marito è diventato una donna. Ma non lo lascio" - Perizona Magazine

“Mio marito è diventato una donna. Ma non lo lascio”

Daniela Vitello

“Mio marito è diventato una donna. Ma non lo lascio”

| 05/01/2017
“Mio marito è diventato una donna. Ma non lo lascio”

Fred e Kristen si sono conosciuti quando lei aveva 18 anni e lui 30. Un anno dopo, il matrimonio. Insieme hanno trascorso i migliori anni della loro vita e hanno costruito una famiglia. Tutto è filato liscio fino al giorno in cui Fred ha confessato alla moglie di voler cambiare sesso.

“Anche se tutto veniva così facile con lui – racconta Kristin al “The Independent” – quando andavo via diventava davvero depresso. Spesso beveva, ed era qualcosa che di solito non faceva, e mi scriveva lettere dicendomi che era una persona orribile. Si odiava così tanto”.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

Kristin decise di trasferirsi da sua madre per una settimana. Al suo ritorno a casa, Fred le confidò di aver comprato dei vestiti femminili e di essersi sentito davvero se stesso, indossandoli. Inizialmente Kristin si sentì confusa e terrorizzata: “Ero certa che tutta la mia vita sarebbe andata in pezzi”. Come prima reazione, mise in discussione il suo matrimonio: “Il nostro era un rapporto vero? Tutta la mia gioia degli ultimi 12 anni era vera o era una bugia?”.

Ma Kristin, specialista in comunicazione che ora ha 44 anni, non ha mai pensato di lasciare il marito. “Questo ragazzo mi piaceva: era magnifico. La persona di cui avevo bisogno per superare il dolore era il mio migliore amico, che era Fred”.

Kristin e Fred decisero di vivere giorno dopo giorno e fare solo ciò che a loro sembrava più giusto: “Non abbiamo deciso di stare insieme, semplicemente non aveva senso dividerci. Fred era la persona più straordinaria che avessi mai conosciuto, so che non volevo lasciarlo”.

Poi Fred diventò Seda e la coppia affrontò la questione con i bambini. Ora le due donne sono come sorelle e vivono insieme in Oregon. Con loro c’è anche il nuovo compagno di Kristin, Richard. “Mi sento più simile a una vedova che a una divorziata – spiega la donna -. La persona di cui ero innamorata è morta e sepolta. Andiamo ancora molto d’accordo, ma non c’è attrazione tra noi, e questo rende possibile instaurare altre relazioni senza gelosia o imbarazzo”.

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823