Giovane rapper di "X Factor" morto in casa: è giallo - Perizona Magazine

Giovane rapper di “X Factor” morto in casa: è giallo

Daniela Vitello

Giovane rapper di “X Factor” morto in casa: è giallo

| 13/11/2016
Giovane rapper di “X Factor” morto in casa: è giallo

Mika lo aveva scelto, nel 2015, per la sua squadra a “X Factor”. Si chiamava Vittorio Andrei, ma per tutti, e soprattutto per i suoi fan, era da sempre Cranio Randagio.

Ventidue anni, accolto positivamente con migliaia di commenti su YouTube e su Facebook per le sue esibizioni, il giovane talento del rap è stato trovato morto sabato mattina a Roma, dopo una serata trascorsa con una dozzina di amici in un appartamento nel quartiere residenziale della Balduina.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

Il figlio del padrone di casa e un altro giovane, che erano rimasti a dormire con lui, lo hanno trovato privo di sensi. Hanno tentato di rianimarlo, ma poi ormai in preda alla disperazione hanno chiamato un’ambulanza. Al medico non è rimasto altro da fare che constatare il decesso di Andrei e avvertire la polizia.

Il “Corriere della Sera” cita come probabile causa della morte un “mix micidiale di alcol e stupefacenti”. Per la conferma si attende l’esito dell’autopsia.

Cranio Randagio era in procinto di pubblicare il suo album. Aveva già realizzato un Ep, intitolato “Love&Feelings” (Amore e sentimenti) in collaborazione con il producer capitolino Squarta.

 

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823