Dario Fo e l’amore per Franca Rame: “Per conquistarla finsi di ignorarla”

Daniela Vitello

Dario Fo e l’amore per Franca Rame: “Per conquistarla finsi di ignorarla”

| 13/10/2016
Dario Fo e l’amore per Franca Rame: “Per conquistarla finsi di ignorarla”
In un'intervista rilasciata nel 2015 al quotidiano "La Repubblica", il premio Nobel Dario Fo - scomparso oggi a 90 anni - racconta come è nato l'amore con Franca Rame, moglie e compagna di tante battaglie morta nel 2013: "La prima volta la vidi in una foto a casa di sua madre. 'Che bella', dissi". Il primo incontro, a teatro, nello stesso spettacolo: "Era diversa dalle ragazze che incontravo a teatro. Leggeva molto, autori italiani ma anche angloamericani. E sapeva di teatro più lei di tutti i registi che avevo conosciuto...Mi colpì un gesto della mano, che le avrei visto fare tante volte sulla scena. In trenta secondi coglieva l'umore del pubblico. E alzando il braccio ci diceva: date ritmo, incidete. Capiva quando gli spettatori andavano incalzati". La moglie dettava il ritmo anche nella vita: "Era molto diretta. Se doveva fare una critica la faceva senza chiedere il permesso". Fo racconta di averla conquistata ignorandola: "Avevo capito che c'erano un sacco di pretendenti, ma io avevo poche possibilità. Ero stato appena licenziato, quindi fuori registro. L'unica cosa che potevo fare era mettermi da parte. Quando lei mi guardava sulla scena, anche a venti metri di distanza, io facevo il gioco di andare oltre con lo sguardo. Una sera mi buttò sul muro e mi baciò. Il senso era: come ti permetti di non vedermi? Era libera da ogni convenzione, non si rifaceva ad alcun modello...Tendeva a distruggere tutti i luoghi comuni, il banale, il risaputo. Naturalmente esercitava la satira anche con me. E se mi sfuggiva qualcosa di ovvio era rapida nell'infilzarmi". "Abbiamo avuto una vita felice, ma anche molti problemi: aggressioni, ingiustizie, cattiverie fini a se stesse - spiega Fo - Ma abbiamo fatto tutto in due. È una gran forza, vivere in due le difficoltà. E guadagnare in due, vincere in due". Un accenno anche al pezzo scritto da Franca Rame e recitato da Dario Fo ai suoi funerali: "Dinanzi alla scelta posta dal Signore tra una vita eterna e una vita di amore e conoscenza, Eva sceglie senza esitazione amore e conoscenza. E un Adamo al principio titubante decide di seguirla". Nella quotidianità era Franca ad indicare la strada: "Abbiamo discusso sempre di ogni cosa. E il nostro contrasto era fondamentale per tutto quello che facevamo. Purtroppo quasi sempre avevo torto io. Franca intuiva le cose da lontano. Ascoltava, guardava. E difficilmente si sbagliava sulle persone". Da compagna di vita a sogno di ogni notte: "La sogno da ragazza. O che uno spettacolo è saltato e studiamo una soluzione alternativa. Oppure mentre facciamo bellissimi viaggi, però poi non la trovo più. La cerco e Franca non c'è. Purtroppo funziona sempre così: Franca compare e poi nel finale sparisce. Un tormentone tragico che mi fa svegliare con dolore: già, Franca è morta".

Google News
Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

COMMENTA

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823