Accusa il capo di violenza, ma il sesso era previsto dal contratto - Perizona Magazine

Accusa il capo di violenza, ma il sesso era previsto dal contratto

Daniela Vitello

Accusa il capo di violenza, ma il sesso era previsto dal contratto

| 02/10/2016
Accusa il capo di violenza, ma il sesso era previsto dal contratto

Il tribunale di Alicante, città nel sud della Spagna, ha assolto un imprenditore accusato dalla segretaria personale di “violenza o intimidazione” sessuale. Le prestazioni, secondo quanto accertato, erano previste dal contratto sottoscritto dalla collaboratrice. A darne notizia è “La Vanguardia”. Nell’accordo raggiunto tra i due, per uno stipendio mensile di 4mila euro, figurava il “requisito” che i due mantenessero relazioni sessuali quando richiesto dal datore di lavoro. I due hanno avuto incontri sessuali per un mese, poi la donna ha denunciato il capo. La procura aveva chiesto per l’uomo una condanna a sei anni di carcere per “aggressione”. La versione della segretaria è stata ritenuta però di scarsa credibilità dalla corte.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823