Emilio Fede: “Da quando Mediaset mi ha licenziato non ho più libido”

Daniela Vitello

Emilio Fede: “Da quando Mediaset mi ha licenziato non ho più libido”

| 08/12/2014
Emilio Fede: “Da quando Mediaset mi ha licenziato non ho più libido”

Emilio Fede parla senza peli sulla lingua e soprattutto senza tabù in un’intervista al limite del trash rilasciata a “Dagospia“. Il giornalista 83enne accenna ad una vita sessuale devastata dopo essere stato messo alla porta da Mediaset. “Da quando mi hanno licenziato – confessa – non ho più libido. Non avrei un’erezione manco con una scatola intera (di viagra, ndr). Sono in un momento della mia vita molto complesso. Oltre alla pressione non mi si alza più nulla“. Ed aggiunge: “Provo a volte un certo formicolio. Un solletichino. Della serie “fai un tentativo e provaci”. A volte mi sopravvaluto. Il desiderio prevale sul corpo. Ma spesso il corpo non risponde“.

Per fortuna esiste il viagra, anche se l’ex direttore del Tg4 confida di assumerlo con moderazione. “Alla mia età è un dovere farsi aiutare dalla scienza e dalla chimica – ammette – Nei primi cassetti delle mie scrivanie la pasticchina blu non manca mai…Ma io se ne abuso poi ho problemi di ipertensione. Meglio farne un uso parco e mirato…Tendo a prendere la pasticca blu se ho margini attendibili per confermare un appuntamento galante“.

Google News
Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

Fede attacca dunque il suo ex legale Nadia Alecci, rea di “averlo lasciato in mutande”: “Mi ha presentato, senza informarmi preventivamente e formalmente, una parcella esorbitante. Fuori da ogni ragionevole previsione. Pensi che mi ha pignorato stipendio e conto corrente. E poi m’ha preso un quinto della pensione. Una follia”.

Nel corso dell’intervista, le uniche parole dolci sono per la moglie, Diana De Feo, e per l’amico Alfonso Signorini. Della consorte dice: “Il mio unico, enorme, vero punto di riferimento. Una roccia. L’unico “uomo” che è stato capace di sopportarmi e supportarmi”. Del direttore di “Chi” parla invece in questi termini: “Io lo amo. Lui è l’uomo che avrei amato se fossi stato gay. Anzi credo che lo avrei chiesto in moglie se questo nostro Paese lo avesse permesso. Pensi che io sono stato il primo a sapere che era omosessuale…Lo abbracciai. E gli chiesi: “dimmi la verità: ma tu sei attivo o passivo? E lui mi ripose: “Direttore io sono una passiva. Ovvio. Però quanto dolore…”. Dopo quest’atto di fiducia lo baciai. Ma senza lingua“.

Ritornando alla disfunzione erettile, Fede rivela che la cura naturale potrebbe rispondere al nome di Paola Caruso, la “Bonas” di “Avanti un Altro!”: “Solo con lei il mio solletichino intimo potrebbe avere un qualche esito erotico. Paola richiamami!“.

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823