Piazza Pulita mette a nudo le “webcam girls”

Senza categoria
0 Commenti 5.294 volte

In Italia l’esercito delle “webcam girls” ha numeri da capogiro. Sono 75 mila, secondo quanto svelato ieri da Piazza Pulita (ma c’è chi dice che siano molte di più), le ragazze che – in assenza di alternative lavorative – si spogliano via chat per soldi. Diverse le testimonianze raccolte nel video che vi mostriamo. Chi lo fa perchè senza lavoro, chi per arrotondare. Per spogliarsi online basta poco: un pc, una connessione internet e l’iscrizione a siti specializzati che offrono questo tipo di servizio. Il guadagno, rigorosamente in nero, oscilla dagli 800 ai 5 mila euro, a seconda del tempo dedicato all’attività e al lordo delle percentuali trattenute dai siti. Che in certi casi arrivano sino al 50% dei profitti. Peccato che tale pratica sia fuorilegge. Secondo quanto stabilito dalla Cassazione per un caso analogo accaduto a Firenze nel 2010, si configura infatti il reato di prostituzione “anche quando si parla di prestazioni sessuali in videoconferenza, se in cambio dall’altra parte dello schermo ci sono persone che pagano”.

di Daniela Vitello 7 maggio 2013



Lascia un Commento