“Cara Alena, mio marito mi ha tradita con un uomo”…e la Seredova replica così

0 Commenti 27.654 volte
clicca sull'immagine per vedere la gallery

Per Alena Seredova sono lontani i tempi bui in cui si è trovata ad incassare l’addio del marito Gigi Buffon migrato tra le braccia di Ilaria D’Amico.

La modella ceca ha reagito con classe e ha ritrovato amore e serenità grazie all’incontro con il manager Alessandro Nasi, cugino di Lapo e John Elkann.

Oggi l’ex signora Buffon cura la rubrica della posta del cuore sul sito di gossip “361 Magazine” che fa capo ad Alfonso Signorini.

Interessante la risposta data ad una lettrice di nome Francesca. La donna, 33 anni, racconta di aver scoperto che il marito, sposato due anni fa e da cui ha avuto un bambino che ha appena un anno, l’ha tradita con un uomo.

“Ero convinta che la nostra storia andasse a gonfie vele, soprattutto adesso che abbiamo messo su famiglia – scrive Francesca – Non capisco come sia stato possibile non accorgermi di nulla per tutto questo tempo…”.

“Cara Francesca – replica Alena – ogni volta che veniamo traditi pensiamo che sia nostra responsabilità o che ci sia una colpa nel non aver visto o nel non essersi accorti di qualcosa.

Di cosa avresti dovuto accorgerti: che lui ti ha tradita o che l’abbia fatto con un uomo?

Prova ora per un attimo a pensare a lui, alla sua storia. Vi incontrate e lui ti ama, sinceramente e profondamente. Decide di costruire con te una famiglia e di mettere al mondo un magnifico bimbo. Poi, qualcosa si rivela in maniera inaspettata e prepotente. Un incontro con qualcuno distrugge ogni certezza, gli mostra cosa senta davvero e cosa, forse, abbia sempre sentito ma rifiutato, per paura o per vergogna. Vede per la prima volta se stesso. Non può  resistere a ciò che sente e prova a sperimentare. Accade quindi ciò che mi hai scritto.

Ora ti chiedo: qual è il tradimento più triste? Quello che lui ha fatto nei tuoi confronti o quello che lui ha fatto a se stesso per una vita intera?

Forse pensando a lui come vittima del suo stesso tradimento (nel non aver vissuto la sua omosessualità liberamente per tutta la vita) ti toglierà rabbia e risentimento. Parlagli. Non serve scappare. Lui è scappato da se stesso e non è servito a nulla.

Potresti scoprire che il suo dolore è uguale al tuo.

Coraggio. Abbi coraggio.

Ti abbraccio”.

di Daniela Vitello 18 marzo 2017



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *