“Il cane va soppresso”, l’ultimo saluto del padrone è commovente

1 Commento 3.999 volte

La storia di Mark Woods e del suo amato Walnut, un cane di 18 anni appartenente alla razza whippet, sta commuovendo il mondo. L’uomo, residente in Cornovaglia, è caduto nella disperazione quando si è visto costretto a sopprimere il suo fedele amico. Prima di salutarlo, ha organizzato per lui un addio struggente.

Come racconta il “Sun”, Mark ha portato Walnut in spiaggia per l’ultima passeggiata insieme. Ma prima ha lanciato un appello via social: “Venite anche voi, con i vostri cani. Salutiamolo insieme”. L’iniziativa ideata da Woods, ‘Passeggia con Walnut’, ha radunato circa un centinaio di persone e, come ha spiegato lui stesso in una serie di post condivisi dopo la scomparsa del cane, ha avuto uno scopo benefico.

“Walnut se n’è andato questa mattina – ha scritto Mark – Con lui c’eravamo tutti noi della famiglia, compresi gli altri cani Monty, Nelson e Charlie. Se n’è andato velocemente e tra le nostre braccia, scrivo questo per ringraziare tutti dell’affetto e del supporto mostrato verso la nostra famiglia. Siete stati insieme a noi questa mattina e non lo dimenticherò mai. C’è anche chi mi ha mandato una poesia toccante, la pubblico per non dimenticare mai come i nostri amati cani rendano il mondo e le nostre vite qualcosa di meraviglioso“.

“Stiamo andando in chiesa per pregare per Walnut - ha continuato – e per tutte le persone che non ci sono più. C’è anche un disco fatto solo per Walnut da un’etichetta indipendente che devolverà tutti gli incassi ad associazioni animaliste. Si tratta di un regalo straordinario per noi, se potete andate sul sito e scaricate la stupenda canzone per ricordare Walnut”.

“Ringrazio tutti per il supporto e l’amore dimostrato alla nostra famiglia – ha scritto ancora – Se potessi vi abbraccerei tutti, se ci fosse Walnut vi riempirebbe di baci e slinguazzate. Ora però lui ha un’eredità importante: ci sono ancora tanti cani e gatti senza casa, se potete scaricate pure la canzone il cui ricavato aiuterà gli animali meno fortunati”.

walnut 2

di Daniela Vitello 15 novembre 2016




1 Commento

  1. M@x

    16/11/2016 at 21:32

    Io non riuscirei a fare abbattere il mio cane, potrei farlo solo nel caso in cui il dolore per lui fosse così straziante da rendere la cosa straziante. Ma se si sta spegnendo naturalmente o che sia per malattia, passerei le ultime ore della sua vita con lei (cosa che so purtroppo dovrà accadere) e darei valore a quei momenti. Ricordiamoci che i nostri compagni\e si fidano ciecamente di noi e dobbiamo dare valore a questa fiducia incondizionata, specialmente nelle loro ultime ore.

Rispondi a M@x Annulla risposta