Apple Wallet: arriva il portafoglio della “mela”

0 Commenti 2.628 volte

PALERMO - Abbiate fame e siate folli. Ma Apple sembra avere perso un po’ il suo spirito pioniero e si sia messa all’inseguimento degli altri. Il sistema di pagamento PayPal, diffuso in tutto il mondo oppure Google Wallet, il sistema di pagamenti della casa di Mountain View: ci hanno già abituati ai pagamenti virtuali. Nessuna reale rivoluzione, dunque, ma un’applicazione che potrebbe sbilanciare il mercato in favore di Apple.

L’idea di base è quella di utilizzare una applicazione chiamata, appunto, “Wallet”  integrata  all’interno del sistema operativo iOS. Una “killer app” ( così vengono definite le applicazioni in grado di far muovere le tendenze di acquisto dalla parte di un produttore) in grado di rendere il “melfaonino” sempre più integrato nelle nostre vite.

Le indiscrezione sulla possibile uscita di questa nuova apllicazione, sono arrivate direttamente da un analista di Morgan Stanley, Katy Huberty. Si parla di un possibile lancio di questa nuova app, che andrà ad integrare i servizi già presenti di PassBook, a giugno 2013, in occasione della presentazione dell’aggiornamento iOS 7. Il primo sistema operativo di casa Aplle firmato a nome: Jonathan Ive

Jonathan Ive apple wallet iphone5

Jonathan Ive

Nonostante le indiscrezioni sul lancio e le possibili interazioni che si potranno creare nell’uso della nuova app, sulla tecnologia che dovrà essere utilizzata per far funzionare il sistema di pagamenti: tutto tace.

La vera domanda, sembra essere: quale sarà la tecnologia che verrà utilizzata per integrare i pagamenti ? La Apple potrebbe cedere il passo e usare chip NFC, presenti in diversi modelli concorrenti: dal Samsung Galaxy S4 al Nokia Lumia 920. Oppure a Cupertino proveranno ad essere ancora una volta folli ed affamati. E forti di mezzo miliardo di utenti, che già oggi fanno acquisti su iTunes, proveranno a sfidare il mercato con una scelta diversa.

Ma le novità non finiscono qui. Spotify, il social network della musica, potrebbe avere trovare di fronte a se una sfida molto difficile. Apple, infatti, sembrerebbe pronta a lanciare un servizio di musica su modello “freemium” (non proprio tutto gratis), che dovrebbe chiamarsi: iRadio. Grazie agli accordi musicali ,che sembrano essere in dirittura di arrivo, con Warner Music e Universal, oltre alle tante esclusive già di proprietà, Apple potrebbe spaccare ancora una volta il  mercato.

L’analista di Morgan Stanley, tra le indiscrezioni rlasciate, parla anche del lancio, sempre a giugno, del nuovo iPhone 5s e della tanto attesa “versione low cost” del melafonino. Forse anche un nuovo iPad? L’inizio dell’estate dovrebbe portare alcune risposte.

Twitter: @Bradipale

di Alessandro Amato 14 aprile 2013





Lascia un Commento